BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 2015 precompilato Agenzia Entrata e INPS: cambiare , modifiche, inserimento dati e detrazioni. In quali quadri e istruzioni

Da venerdì primo maggio, accedendo alla propria dichiarazione dei redditi precompilata online è possibile procedere all’inserimento di modifiche e integrazioni: cosa e come fare




Da venerdì primo maggio, accendendo alla propria dichiarazione dei redditi precompilata online, attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate o attraverso sito Inps, è possibile procedere all’inserimento di modifiche e integrazioni necessarie in caso di eventuali mancanze per fornire una fedele dichiarazione dei redditi. Accedendo al proprio 730 precompilato attraverso il sito delle Entrate, entrando nella sezione Fisconline, per apportare le modifiche necessarie bisognerà scegliere la voce ‘Modifica 730’. Si aprirà il modello precompilato che Quadro per Quadro permetterà al contribuente di visualizzare la dichiarazione, vedere i dati inseriti e capire cosa correggere o cosa manca e deve essere integrato.

Se devono essere integrati o modificati i dati anagrafici, i codici fiscali dei familiari, o altri dati che non incidono sul calcolo dell'Irpef, la dichiarazione precompilata si considera accettata come predisposta dall'Agenzia, e quindi non verranno effettuati altri controlli. Tra le voci che dovranno essere inserite in molti casi quelle relative ai dati catastali, sia per chi ha acquistato, o venduto, immobili nel 2014, sia per chi lo scorso anno ha presentato Unico e non il modello 730. I dati catastali sono necessari per poter usufruire delle detrazioni per ristrutturazione e quindi la dichiarazione deve essere necessariamente integrata.

Il modello deve poi essere modificato anche da parte di chi ha perso il lavoro, e, quindi, non ha più un sostituto d'imposta. In questo caso, infatti, deve essere barrata la casella ‘730 senza sostituto’. Per chi si trova in questa situazione, se dalla dichiarazione emerge un credito, il rimborso sarà eseguito direttamente dall’Agenzia delle Entrate., mentre se risulta un debito, si potrà pagare tramite la stessa applicazione online, indicando le coordinate del conto sul quale effettuare l’addebito, o utilizzando il modello F24, che può essere stampato e che viene proposto già compilato con i dati relativi al pagamento da eseguire.

E’ importante prestare attenzione al Quadro E, che è quello relativo alle detrazioni, e che certamente dovrà essere integrato dalla maggior parte dei contribuenti, soprattutto se con famiglie. Quest’anno, infatti, non sono state riportate direttamente, per cui devono essere integrate, le spese mediche, sanitarie e veterinarie, le spese sostenute per l’istruzione dei propri figli, da quelle per l’asilo, a quelle per l’università, master, corsi di specializzazioni. Mancano anche eventuali spese funebri. Quando il contribuente, in maniera autonoma o con l’aiuto di Caf, commercialisti o altri professionisti abilitati, avrò effettuati tali operazioni, potrà inviare il modello 730 corretto di nuovo al Fisco, ed entro il 7 luglio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il