BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: Boeri e Poletti iniziano a convergere su stesse soluzioni a 360 gradi

Ancora insieme il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e il presidente dell’Inps Tito Boeri per rilanciare nuovi interventi di modifica della riforma pensioni: le novità




Ancora insieme il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e il presidente dell’Inps Tito Boeri per rilanciare nuovi interventi di modifica della riforma pensioni e del sistema pensionistico attuale. Le novità e ultime notizie confermano una discussione sulle pensioni ancora decisamente aperta tanto nel mondo politico che in quello sociale, è intervenuta sulla questione anche Confindustria, continuano ad arrivare nuove proposte e nuovi ddl, eppure, concretamente, tutto è ancora fermo. Ma a sbloccare la situazione potrebbero arrivare quegli interventi che sembrano imminenti e che mettono d’accordo Poletti e Boeri.

Il ministro del Lavoro ha nuovamente aperto alla possibilità di modificare la riforma pensioni nella prossima Legge di Stabilità per risolvere i problemi causati dall'allungamento dell'età pensionabile della legge Fornero che, nonostante, come sostiene e ribadisce da sempre il ministro dell’Economia Padoan, sia l’unica capace di garantire sostenibilità ai conti pubblici italiani, dall’altra sta causando non poche difficoltà ai giovani e alla ricerca di un lavoro, proprio perché impone a chi è già a lavoro di andare in pensione sempre più tardi.

Poletti ha infatti ammesso che l’allungamento dell’età pensionabile ha prodotto una crescita della disoccupazione giovanile e, non potendo cancellare la riforma attuale, è necessario mettere a punto soluzioni “per gestire la transizione, che siano staffette generazionali o flessibilità in uscita, ma dobbiamo ricostruire un equilibrio. Siamo a conoscenza delle proposte a cui sta lavorando la Commissione Lavoro e il nostro obiettivo è arrivare ad una proposta strutturale entro l'estate in modo da poterla inserire all'interno del veicolo della legge di stabilità”.

Una proposta strutturale annunciata anche dal presidente Boeri che sta definendo un piano di interventi completo da presentare al governo entro giugno. Coincidono, dunque, i tempi con quelli annunciati dal ministro Poletti, e Boeri punta tanto ad una maggiore flessibilità in uscita, come Poletti, quanto alla definizione di strumenti necessari per contrastare la povertà, come l’assegno universale. E non solo: perché a maggio si dovrebbe preparare a lanciare ufficialmente la possibilità di simulazione online del futuro pensionistico di tutti i contribuenti. Ognuno potrà, infatti, sapere quando andrà in pensione e quanto percepirà mensilmente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il