BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pubblica amministrazione Madia-Renzi: misure e novità sblocco stipendi, rinnovo controlli e controlli malattia, assenze

Novità contratti e rinnovo, aumenti stipendi e controlli di assenze per malattie affidate all’Inps e non più alle Asl: le ultime novità della riforma della P.A.




Iter decisamente lento per l’approvazione della riforma della Pubblica Amministrazione si prospettano ancora piuttosto lunghi i tempi. Le ultime novità, dopo la conferma dell’accorpamento del Corpo Forestale, con il passaggio conseguente dei Corpi di Polizia da cinque a quattro, potrebbero riguardare sblocco e rinnovo di contratti e stipendi dei dipendenti pubblici, nonché i controlli per malattie.

Dopo ben cinque anni di blocco dei rinnovi contrattuali, a causa del difficile momento finanziario che l'Italia sta attraversando, qualcosa potrebbe, infatti. muoversi. Almeno secondo quanto anticipato dal ministro Marianna Madia dopo l'ok del Senato al disegno di legge delega sulla Riforma della P.A.

Il ministro ha dichiarato: “Riscatteremo le vittime di questo modo di pensare” e apre anche al ritorno della contrattazione: “Ho già avuto modo di spiegare che il blocco della contrattazione è il frutto di una stagione di profonda crisi: uscendo da questo periodo difficile possiamo tornare ad una normale dialettica. Ma ora aggiungo qualcosa si più: scommettiamo tutti sulle riforme che devono far accelerare questo Paese, ed anche, la sua economia. Così arriveremo prima al momento in cui si può ricominciare a dare aumenti salariali”.  Novità in arrivo anche per la dirigenza pubblica, che sarà sottoposta a sistemi di valutazione e dovrà superare un concorso per accedervi.

E' stato, inoltre, approvato l'emendamento che affida all'Inps il controllo sulle assenze dei pubblici dipendenti e ci si avvia così alla definiti zone di quel Polo Unico Inps che gestirà le visite fiscali e il controllo dei certificati medici sia nel settore della P.A. che nel settore privato al posto delle Asl.  Per le visite mediche di controllo dei lavoratori, l’Inps, secondo quanto previsto, dovrà istituire presso le proprie sedi liste speciali di medici.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il