BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito maggio 2015: rendimenti migliori, tassi di interesse, condizioni in alternativa a buoni fruttiferi postali, Bot,Btp

Tra le proposte più interessanti di conto deposito vincolato in questo inizio di mese di maggio 2015 ci sono quelle di Banche Marche e Banca Ifis.




Quali sono i conti deposito più convenienti in questo inizio del mese di maggio 2015? Chi offre i migliori rendimenti e a quali condizioni? Si tratta di uno strumento pensato per i piccoli risparmiatori, desiderosi di qualche piccola remunerazione per le proprie somme. Una proposta interessante di conto deposito vincolato arriva da Banche Marche che offre interessi pari all'1,90% se si vincolano le somme per 3 mesi, al 2,00% per 6 mesi, al 2,10% per 9 mesi, al 2,30% per 12 mesi, al 2,35% per 18 mesi, al 2,40% per 24 mesi. L'importo minimo da versare è di 5.000 euro, quello massimo di 3.000.000 euro.

Con Banca Ifis (conto deposito vincolato) ci sono due strade: quella del deposito libero con capitalizzazione giornaliera con accredito interessi trimestrale e quella con deposito vincolato che presenta due opzioni. La prima è la capitalizzazione anticipata, in cui gli interessi vengono corrisposti immediatamente, la seconda è la capitalizzazione posticipata in cui gli interessi vengono corrisposti trimestralmente. I rendimenti variano in base alle scelte di capitalizzazione. Se la liquidazione è trimestrale posticipata, sono pari all'1,00% se si vincola l'investimento per 90 giorni, all'1,10% per 180 giorni, all'1,20% per 270 giorni, all'1,35% per 365 giorni, all'1,40% per 540 giorni, all'1,50% per 730 giorni.

In questo contesto si segnala che ha fatto di nuovo il pieno la tornata di aste di Btp a medio-lungo termine. Il Tesoro ha collocato tutti i 7,5 miliardi di euro di Btp a 3, 7 e 15 anni, con il tasso del triennale (offerto per 3,5 miliardi massimi e richiesto per 5,45 miliardi) che ha spuntato lo 0,23%, 8 punti base in più rispetto al minimo storico dello 0,15% toccato nell'asta di marzo. Il rendimento medio del 7 anni è salito allo 0,89% da 0,71% di un mese fa mentre quello del 15 anni è calato all'1,64% dal 2,10% dell'asta di febbraio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il