BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma Isee, quota 96, Imu e Tasi, amnistia, indulto riforma pubblica amministrazione: novità oggi Governo Renzi

Si attendono novità pensioni mentre prosegue il lungo iter della riforma della P.A. e si attendono soluzioni per i quota 96 della scuola: le novità ad oggi 5 maggio




Tante le novità ad oggi del governo Renzi e tante quelle ancora in discussione e in via di definizione, dalla questione pensioni, al lungo iter della riforma della P.A., al caso ancora aperto dei quota 96 della scuola. Vediamo le novità ad oggi 5 maggio.

Pensioni: Dopo tanto parlare, potrebbe finalmente arrivare il prossimo mese di giugno il decreto previdenziale che dovrebbe contenere quegli interventi negativi, come tagli a pensioni di invalidità, reversibilità, baby pensioni, cumulo, guerra, annunciati dal premier Renzi, e condivisi dal presidente dell’Inps Boeri e dal commissario per la spending rewiev Gutgeld. Si tratta di interventi da cui dovrebbero derivare quelle risorse economiche necessarie per ulteriori interventi pensionistici e per rendere il sistema previdenziale più sostenibile ed equo per tutti. Ma il decreto previdenziale dovrebbe anche contenere l’assegno universale per gli over 55 di cui si è tanto parlato in questi ultimi giorni, unica misura che mette tutti d’accordo, Ue compresa, nonostante sia decisamente più costosa rispetto ai sistemi di uscita anticipata, tutti a costo zero, eppure contro cui ribadiscono la loro posizione Ue e Mef. E nell’attesa di vedere se effettivamente la presentazione del decreto previdenziale rispetterà gli annunci, è partita ‘La mia pensione’, nuovo step dell’operazione trasparenza di Boeri che, online attraverso il sito Inps, permetterà ad ogni contribuente di conoscere il proprio futuro pensionistico, quando andrà in pensione e quanto percepirà mensilmente.

Riforma Pubblica Amministrazione: Proseguirà ancora in questo mese di maggio la discussione sulla riforma della P.A. Tra le ultime novità, la conferma dell’accorpamento del Corpo Forestale, con il passaggio conseguente dei Corpi di Polizia da cinque a quattro, e ulteriori novità, interpretando le parole del ministro Madia, potrebbero riguardare sblocco e rinnovo di contratti e stipendi dei dipendenti pubblici, e i nuovi controlli per malattie. Il ministro ha infatti dichiarato: “Riscatteremo le vittime di questo modo di pensare” aprendo anche al ritorno della contrattazione: “Ho già avuto modo di spiegare che il blocco della contrattazione è il frutto di una stagione di profonda crisi: uscendo da questo periodo difficile possiamo tornare ad una normale dialettica. Ma ora aggiungo qualcosa si più: scommettiamo tutti sulle riforme che devono far accelerare questo Paese, ed anche, la sua economia. Così arriveremo prima al momento in cui si può ricominciare a dare aumenti salariali”.  Approvato, intanto, l'emendamento che affida all'Inps il controllo sulle assenze dei pubblici dipendenti che non saranno più di competenza delle Asl.
 
Tasi e Imu: Come sempre, ormai, dal 2013, il prossimo 16 giugno appuntamento con i pagamenti delle prime rate di Imu e Tasi 2015. Dal prossimo anno, però, queste imposte sugli immobili dovrebbe essere accorpate in un’unica Local Tax. Anche quest’anno, dunque, sia Imu che Tasi si calcolano sulla rendita catastatale, che va rivalutata del 5%, poi si moltiplica il coefficiente del proprio immobile e si applicano le aliquote e le detrazioni. Il pagamento della cifra risultante per l’Imu spetta solo ai proprietari mentre la Tasi spetta sia a proprietari che a inquilini, che dovranno versare una quota del totale compresa tra il 10 e il 30%. Le uniche novità di quest’anno riguardano il pagamento dell’Imu sui terreni agricoli: quest’anno, infatti, sono totalmente esenti dal pagamento Imu i terreni situati nei comuni montani, ed esenzioni previste per i terreni nelle isole minori e nei comuni parzialmente montani e condotti da coltivatori diretti. Nonostante in molti avevano sostenuto che per quest’anno non sarebbe cambiamento nulla per Imu e Tasi, in realtà la Cgia di Mestre stima aliquote in aumento per le tasse sulla casa, anche se non si tratta di aumenti che coinvolgeranno tutti i Comuni di Italia.

Isee: I sindacati continuano a chiedere proroghe per la presentazione del modello Isee 2015: troppi i Caf in difficoltà nel rispondere alle richieste di tutti quei contribuenti che attendono il modello per ebenficiare delle agevolazioni che questo potrebbe garantire. La situazione di caos, alla luce delle novità previste per la compilazione del modello 2015 e delle moltitudine di informazioni e dati da riportare, decisamente maggiori rispetto agli anni precedenti, hanno portato nel corso di questi mesi a chiedere più volte delle proroghe. Ma ancora nulla e poichè la situazione non accenna a placarsi, città e regioni stanno decidendo in autonomia di prorogare la scadenza di presentazione dell'Isee.

Quota 96: Dopo la buona notizia di qualche giorno fa è tornato il silenzio sulla questione dei quota 96 della scuola. La scorsa settimana è stato, infatti, depositato in Commissione Lavoro un nuovo ddl che chiede il pensionamento di docenti e personale Ata bloccati dalla nuova riforma pensioni ma che avrebbero potuto essere già in pensione. Secondo quanto previsto dal ddl, dovrebbe essere concessa ai 4mila lavoratori interessati la possibilità di andare finalmente in pensione con i vecchi requisiti pensionistici in vigore prima della legge Fornero, purchè sia stata raggiunta quota 96, vale a dire 60 anni di età e 36 di contributi, oppure 61 anni di età e 35 di contributi.

Indulto e amnistia: Sono fermi in Commissione Giustizia i ddl sulle misure di indulto e amnistia e mentre i Radicali continuano a chiedere una loro immediata approvazione, con Emma Bonino che si è rivolta direttamente a Papa Francesco, mentre il ministro della Giustizia Orlando tace ora sulla questione e la Lega continua a dirsi fermamente contraria, la scorsa settimana, la scorsa settimana i senatori Santangelo, Puglia, Gaetti, Cappelletti, Buccarella, Catalfo, Lucidi, Moronese, Lezzi, Serra, Bertorotta, Marton, Donno, Cotti, Crimi, Morra hanno presentato un’interrogazione al Ministro Orlando sulle condizioni del carcere di Trapani, che versa in condizioni davvero precarie, con un sovraffollamento decisamente esagerato rispetto alla disponibilità effettiva di capienza dell’istituto. Sono, inoltre, state segnalate inefficienze dei sistemi di telecamera a circuito chiuso, necessario per il controllo della visuale degli spazi esterni ed interni da parte degli agenti preposti al servizio, il che significa poca sicurezza della struttura stessa; e situazioni di scarsa igiene dove vengono conservati gli alimenti che i detenuti possono acquistare. E’ evidente come sia urgente agire ed anche in fretta e come queste condizioni siano specchio, però, di quanto si potrebbe vedere in tantissimi altri penitenziari italiani.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il