BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: appuntamenti, eventi, incontri a Maggio in calendario e a sorpresa

Il mese di maggio si è aperto con nuove discussioni sulla riforma pensioni che potrebbero portare, a sorpresa,novità: le ultime notizie




Il mese di maggio si è aperto con nuove discussioni sulla riforma pensioni che potrebbero portare, a sorpresa,novità in vista delle prossime elezioni di fine maggio. Il 31, infatti, si terranno le elezioni regionali e, considerando il conclamato calo di consensi del governo Renzi e che la questione pensioni è ciò su cui sono particolarmente puntati occhi e attenzione di tutti, è probabile che l’intenzione sia quella di agire con nuovi annunci, magari come accaduto lo scorso anno quando, sempre in periodo elettorale, lo stesso Renzi aveva parlato dell’intenzione di estendere il bonus di 80 euro anche ai pensionati. Si tratta di una misura finora dimenticata ma se dovessero arrivare ora nuovi annunci da parte del governo dovranno necessariamente tramutarsi in realtà per non rischiare di perdere definitivamente l’appoggio dei cittadini.

Finora i primi interventi concreti sulle pensioni sono stati messi in atto solo dall’Inps, come confermano le ultime notizie sul via a ‘La mia pensione’, novità dell’operazione trasparenza avviata dal presidente Boeri, che permettere ai lavoratori di conoscere il proprio futuro pensionistico, e cioè quando potranno andare in pensione e quanto percepiranno. L’avvio di quest’altro tassello dell’operazione trasparenza mette ben in evidenza come ogni progetto pensato da Boeri finora sia diventato concreto, il che lascia ben sperare che anche le altre iniziative del suo piano, da assegno universale a ricalcolo contributivo, a flessibilità in uscita, possano diventare anch’esse realtà.

Boeri, insieme al ministro del Lavoro Poletti, prevede, tra fine maggio e inizio giugno, la presentazione di una proposta organica che dovrebbe contenere appunto quell’assegno universale per gli over 55, appoggiato anche dall’Ue, mentre si continua a discutere di riforma della P.A. e piano part time di uscita anticipata, nonostante il Mef sia nuovamente intervenuto per bocciare ancora una volta questo piano. E le ultime notizie sul decreto ancora da definire per il prepensionamento dei dipendenti in esubero delle Province, che sembrava quasi pronto, confermano in tal senso una situazione di stallo.

Insieme all’assegno universale, nel decreto previdenza potrebbero esserci anche quei tagli già paventati dal premier Renzi per baby pensioni, pensioni di invalidità, cumulo, reversibilità, guerra, che permetterebbero di recuperare nuove risorse da riutilizzare in una logica di redistribuzione più equa per tutti, e novità pensioni, collegate al lavoro, potrebbero arrivare anche con il terzo e quarto ddl Lavoro. Continua intanto il lavoro dei parlamentari impegnati nell’esame di nuove proposte e ddl presentati per modificare la riforma pensioni e non resta che attendere l’evolversi delle situazioni in questo mese per capire cosa e quando potrà realmente cambiare qualcosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il