BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100,assegno universale,contributivo Boeri ora sempre più deciso su interventi

Il presidente dell’Inps Boeri continua ad andare avanti per la sua strada di riforma pensioni: le novità e cosa ci si potrebbe aspettare nelle prossime settimane




E' partita dal primo maggio, come annunciato, L'operazione 'La mia pensione' presentata dal presidente dell'Istituto Tito Boeri che ha spiegato che inizialmente l'operazione interesserà gli under 40, perchè sono coloro che “hanno più bisogno di essere consapevoli”; poi, a giugno, si passerà alla fascia dei ai 50-60enni per arrivare complessivamente ad una platea di quasi 18 milioni di lavoratori entro il 2015. Il calcolo si potrà effettuare con un simulatore accedendo sul sito dell'Inps. Secondo le indicazioni dell'Inps comunque, l'operazione trasparenza partirà per gli iscritti al fondo lavoratori dipendenti, alle gestioni autonome e quelle dei parasubordinati, e nel 2016  riguarderà anche i lavoratori domestici e gli agricoli per essere estesa, entro la fine dell'anno, ai dipendenti pubblici.

Si tratta di una operazione importante, nuovo punto a messo da Boeri che continua ad andare avanti per la sua strada di rinnovamento della riforma pensioni. Le novità e ultime notizie mettono ben in evidenza come il presidente sia intenzionato ad andare avanti e il piano di simulazione della pensione è solo l’ultimo di quelli già messi in atto da Boeri, dal blocco delle erogazioni del Tfr maturato nel periodo di Cassa Integrazione e mobilità per 42 piloti che, pur ricevendo l’indennità della cassa integrazione, percepivano anche un regolare stipendio; alla nuova convenzione con i sindacati e Confindustria per un nuovo sistema di elaborazione e comunicazione dei dati sulla rappresentanza delle organizzazioni sindacali sui luoghi di lavoro; alla revisione degli ispettorati; alla pensioni gonfiate dell’Inpdap.

Prossimi step dovrebbero essere assegno universale e maggiore flessibilità in uscita per tutti a fronte di pensioni più leggere per chi, però, decide di andare in pensione prima. Anche se in questo senso è ancora da capire quali siano gli orientamenti di Boeri, se preferisca quota 100 o la mini pensione. E tra la fine di questo mese e i primi di giugno, potrebbe arrivare l’annunciato decreto previdenziale con tagli e revisione di pensioni di invalidità, guerra, reversibilità, cumulo baby pensioni, per accumulare nuovi soldi da reimpiegare in una logica di redistribuzione delle risorse più equa per tutti.

E si torna a parlare anche di ricalcolo contributivo, intervento su cui Boeri ha puntato sin dall’inizio della sua nomina, sostenuto ora dalla nuova sentenza della Corte Costituzionale che  giudicato illegittimo il mancato adeguamento pensionistico degli assegni superiori tre volte il  minimo Inps, di fatto demolendo uno dei pilastri della legge Fornero per garantire maggiori risparmi e che deve rivisto.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il