BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità in legge previdenza e in terzo, quarto pilastro riforma lavoro

Novità e ultime notizie pensioni e nuove prospettive con prossimo decreto previdenza e terzo e quarto ddl lavoro: cosa potrebbe cambiare




Le novità e ultime notizie negative sull’attuale riforma pensioni accendono le speranze di immediati interventi volti, se non altro, a correggere gli errori causati dalla legge Fornero e a risolvere i casi sociali nati come esodati e quota 96 della scuola. Finora, però, nonostante piani di interventi e annunci, gli unici atti concreti messi in atto per modificare le pensioni sono stati quelli dell’Inps e i primi step della cosiddetta operazione trasparenza, che venerdì scorso primo maggio ha visto debuttare anche, come da calendario annunciato, ‘La mia pensione’, sistema presentato dal presidente dell’Inps Boeri che permette ai contribuenti di simulare il loro futuro pensionistico.

A fine maggio, massimo per l’inizio del mese di giugno, potrebbe arrivare finalmente il decreto previdenziale di cui tanto si è parlato nei mesi scorsi, annunciato dal premier Renzi, e con quegli interventi negativi e tagli a baby pensioni, pensioni di reversibilità, guerra, invalidità, cumulo, pensati per recuperare soldi da usare poi in altri interventi pensionistici.

Nel decreto previdenza dovrebbe rientrare anche l’assegno universale per gli over 55, nuova forma di tutela per i lavoratori, appoggiata anche dall’Ue, nonostante sia costosa, e che non sarà l’unica novità in tema di tutela del lavoro in arrivo.

A giugno dovrebbero arrivare anche terzo e quarto ddl lavoro, dopo i primi due su nuovi ammortizzatori sociali e nuovo contratto unico a tutele crescenti, e c’è chi spera che questi due ddl possano contenere anche novità pensioni collegate al lavoro, come il part time che permetterebbe il ricambio generazionale a lavoro. Certo è che ci saranno norme per la tutela della maternità e per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, e novità che puntano ad estendere gradualmente l'indennità di maternità a tutte le lavoratrici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il