BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Renzi parla di interventi, riforma Isee, aministia, indulto, quota 96, riforma aumento iva: novità Governo Renzi

Le ultime notizia su pensioni, riforma Isee, misure di clemenza per questione carceri e possibili soluzioni per i quota 96 della scuola: le novità ad oggi del governo Renzi




Tra nuovi annunci su riforma pensioni dal premier Renzi, proteste contro il nuovo modello Isee che sta ancora causando difficoltà e il possibile aumento dell’Iva, sono diverse le ultime notizie e novità del governo Renzi ad oggi lunedì 11 Maggio 2015. Vediamo quali sono

Pensioni: A dispetto di quanti hanno sempre sostenuto che il premier Renzi, impegnato in un percorso di riforme strutturali, stia tacendo sulla riforma pensioni, è intervenuto sul tema ponendo il problema dei fondi pensione.  La previdenza complementare rappresenta uno dei pilastri pensionistici dei Paesi Ue ma l'Italia risulta agli ultimi posti. Ed è necessario ormai far qualcosa per invertire questa tendenza. Ed è per questo motivo che il premier ha assicurato che presto si interverrà e che il ministro dell’Economia Padoan è a lavoro per la definizione di un nuovo piano di sviluppo i materia. E, in realtà, è solo l’ultimo degli interventi di Renzi che più volte, pur tacendo in maniera diretta, ha dimostrato la sua intenzione di intervenire sulle pensioni, anche scegliendo due personalità come Boeri e Gutgeld alla guida di Inps e come commissario della spending review.

Riforma Isee: Mentre i sindacati continuano a chiedere proroghe per la presentazione del modello Isee 2015 a causa delle tante difficoltà che stanno incontrando i Caf nel rispondere alle richieste di tutti quei contribuenti che attendono il modello per beneficiare delle agevolazioni previste, il governo, contro le sentenze del Tar del Lazio sull’Isee, che contestano alcune regole contenute nella Riforma dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente relative ai disabili, ha deciso di ricorrere in Consiglio di Stato. E nell’attesa, è stata chiesta anche la sospensiva, che congela gli effetti delle sentenze fino al pronunciamento di secondo grado.

Indulto e amnistia: La situazione delle carceri italiane non accenna a migliorare: continuano ad essere in sovraffollamento i penitenziari e continuano i suicidi continuano. Qualche giorno fa, infatti, un detenuto 51enne, originario di Afragola, si è tolto la vita  all’interno del carcere napoletano Poggioreale. E alla luce di queste situazioni perduranti, i Radicali, che da sempre spingono per l’approvazione delle misure di indulto e amnistia, puntano sempre più a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle difficili condizioni delle carceri. Ma la discussione delle misure di clemenza sembra bloccata e probabilmente ci vorrà ancora molto per capire se saranno approvate o meno, considerando che il ministro della Giustizia Orlando è ormai da un po’ di tempo che tace sulla questione dell’emergenza carceraria e delle misure di clemenza.

Quota 96: Nessun emendamento per il pensionamento dei quota 96 nel Piano della Buona Scuola di Renzi, ma la scorsa settimana è stato presentato un nuovo è stato depositato in Commissione Lavoro un nuovo ddl per mandare in pensione i 4mila lavoratori della scuola con i vecchi requisiti pensionistici in vigore prima della nuova legge Fornero. Il ddl prevede l'esclusione dalla legge pensionistica attuale di quei lavoratori che hanno maturato un diritto a pensione, secondo la vecchia normativa, entro l'anno scolastico 2011-2012, per cui coloro che hanno raggiunto quota 96 (60 anni di età e 36 di contributi, oppure 61 anni di età e 35 di contributi) possono andare in pensione .

730 precompilato: I contribuenti che hanno ricevuto il modello 730 precompilato online dall’Agenzia delle Entrate possono procedere ad apportare modifiche o integrazioni di eventuali dati che non sono stati inseriti ma necessari. A partire dalle spese sanitarie o per l’istruzione dei figli. Per modificare o integrare la propria dichiarazione dei redditi inviata online dall’Agenzia delle Entrate, basta accedere di nuovo alla sezione Fisconline, tramite password e pin, e scegliere la funziona ‘Modifica 730’. Le informazioni che non sono riportate devono essere inserite direttamente dal contribuente online o rivolgendosi ad un Caf o altro professionista abilitato. Se il contribuente decide di delegare il sostituto d’imposta, il Caf o il professionista abilitato che prestano assistenza fiscale, dovranno avere le deleghe per l’accesso alla dichiarazione precompilata, insieme al documento d’identità del contribuente. La delega può essere sia in formato cartaceo che in formato elettronico. La delega deve riportare codice fiscale e dati anagrafici del contribuente, anno d’imposta cui si riferisce la dichiarazione 730 precompilata, data di conferimento della delega, estensione della delega anche alla consultazione dell’elenco delle informazioni allegate alla dichiarazione precompilata. L’intermediario dovrà poi conservare le deleghe ricevute e i rispettivi documenti d’identità dei deleganti. Professionisti abilitati e intermediari una volta effettuati controlli, modifiche e integrazioni dovranno apportare il visto di conformità.

Riforma aumento Iva: Negative le stime sul futuro L'Italia, secondo le previsioni, non riuscirà a recuperare i soldi necessari dai tagli della spending review e potrebbe ricorrere agli aumenti che in realtà tutti scongiurano. Se così fosse, l'aliquota dal 10 salirebbe al 12% e quella dal 22 al 24% ed eventualmente potrebbero anche verificarsi aumenti per la prima aliquota al 13% nel 2017 e per la seconda al 25,5% nel 2018. Questo quanto stimato dalla Commissione europea che nel suo ultimo bollettino ha confermato una crescita italiana nel 2015 dello 0,6% ed un incremento della stessa nel 2016 pari al 1,4%. Con riferimento al Pil, anche la disoccupazione tenderà a scendere, raggiungendo il 12,4% nel 2015 mentre salirebbero i consumi italiani. Si tratta di una crescita dettata non solo dall’aumento dei prezzi dell’energia importata e dalla variazione dei prezzi a livello europeo, ma dalla clausola di salvaguardia della legge di Stabilità sull’Iva.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il