BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Expo 2015: padiglioni e ristoranti guida, consigli migliore e prezzi menù. Biglietti prezzi più bassi, sconti. Cosa fare, visitare

Padiglioni da visitare, ristoranti in cui mangiare e come acquistare ancora i biglietti per accedere a Expo Milano 2015: le ultime novità




Continua a suscitare grande interesse l’Expo Milano 2015 che in appena una settimana dalla sua inaugurazione ha accolto già centinaia di migliaia di visitatori, tutti curiosi delle novità che vi sono esposte. Un’esperienza, come hanno detto in tanti, molto interessante ma, come prevedibile, non basta un giorno per visitare tutta  la fiera. Oltre 145 i Padiglioni da visitare ognuno per ogni Paese presente, e poi cluster, aree tematiche, aree dedicate ai più piccini, e tantissimo altro. L’Expo rappresenta un viaggio alla scoperta del mondo e di tutte le particolarità di ogni Paese presente, dalla storia, alla tradizione.

Ricordiamo che l’Expo sarà aperto fino al 31 ottobre 2015 e il Sito Espositivo si può visitare ogni giorno dalle 10 alle 23. Stanno suscitando particolare interesse soprattutto i Padiglioni di Brasile, Argentina, Cina, Giappone, Paesi Mediorientali, ma anche Austria, Olanda. E, considerando che si accede ad  un evento che come tema centrale ha il cibo, è chiaramente impossibile non pensare di assaggiare ogni tipo di cucina. Ed effettivamente sono tantissimi i ristoranti presenti e che offrono cibi e pietanze per tutti i gusti e le esigenze.

Tra i più particolari, segnaliamo quello dell’Argentina dove si possono mangiare le empanadas (di carne, di formaggio o di verdura), a 4,50 euro ciascuna; ma anche il panino con bistecca di vitello e salsa creola a 6 euro, o il piatto principale da 8.50 euro con una rolata di manzo fredda ripiena di uovo sodo, carote, peperoni, olive, insalata russa e formaggio.

Chi gradisce invece la cucina cinese, può assaggiare le polpette di maiale stufate al prezzo di 7 euro, un piatto di fried-noodle dai 5 ai 6 euro, il pollo brasato a 29 euro. Prezzi decisamente più alti per chi decide, invece, di mangiare al giapponese. Particolare il Padiglione dell’Angola che permette di degustare piatti tipici della tradizione africana, dalla galletta di patate con il salmone a 8 euro, alle crepè di melanzane e gamberetti a 9 euro, al pesce spada angolano al cartoccio a 14 euro.

Per quanto riguarda, invece, l’acquisto dei biglietti, si possono sempre comprare o direttamente online sul sito dell’Expo, www.expo.org, che propone tra l’altro tutte le tipologie e costi di biglietti, o presso i rivenditori autorizzati, presso le filiali dei partner dell’evento come Coop o Intesa Sanpaolo, o l’Expo Gate di Largo Cairoli a Milano. Sono previsti sconti e riduzioni per determinate fasce di persone: i bambini fino a 3 anni di età entrano gratuitamente e il biglietto deve essere ritirato presso l’Expo Gate di Piazza Cairoli, presso alcune rivendite autorizzate o presso la biglietteria dell’Expo in prossimità dell’evento; i bambini da 4 a 13 anni pagano cifra ridotta soltanto in abbinata ad un pacchetto famiglia o singolarmente con un biglietto per adulto precedentemente acquistato; gli over 65 anni possono godere di sconti, ma devono acquistare il biglietto in fiera muniti di documento personale; invalidi e disabili devono certificare la propria situazione per poter accedere all’acquisto di un biglietto a costo ridotto e il biglietto per l’accompagnatore è gratuito; mentre gli studenti universitari possono acquistare il biglietto al costo fisso di 10 euro. Ricordiamo, inoltre, che il biglietto serale costa sempre 5 euro e permette l’accesso al Sito dalle 19 in poi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il