BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: prestito mini pensione con legge in Piemonte e sono in procinto ulteriori regioni

Governo ancora fermo sulla riforma pensioni ma le singole Regioni continuano a muoversi: piani flessibili già approvati e novità dal Piemonte: le ultime notizie




L’appuntamento con le elezioni regionali di fine mese potrebbe rivelarsi importante per il futuro della riforma pensioni. Puntare, infatti, a sorpresa sulla questione previdenziale potrebbe rappresentare una strategia vincente per il governo Renzi che ha evidentemente bisogno di riacquistare consensi. Gli ultimi sondaggi, infatti, non sono stati poi così clementi con il governo delle promesse. Tante, infatti, finora le promesse e gli annunci fatti ma nulla di concreto ancora è stato fatto. E mentre il governo continua ad essere lento sulle modifiche flessibili da attuare sulle pensioni, le singole Regioni si muovono da sole e sono diversi i casi dove sono stati già approvati in autonomia piani di uscita flessibile dal lavoro.
 
In  Calabria, per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della Regione, è stato esso a punto uno scivolo che accompagnerebbe il lavoratore fino al raggiungimento dei requisiti pensionistici garantendo un’indennità supplementare in cambio della risoluzione del rapporto di lavoro, per favorire l’inserimento di nuovi giovani nella P.A. Uscita anticipata a quota 100, infine, in Sicilia per i dipendenti regionali in esubero.  

A Trento, poi, dove è stato già approvato  il reddito di garanzia per famiglie che vivono alle soglie della povertà ma per ottenerlo bisogna rispondere ad alcune condizioni. Tra le novità e ultime notizie, l’approvazione dell’assegno universale anche in Molise, come strumento di contrasto alla povertà. E c’è poi il caso del Piemonte: mesi fa è stata approvata l’uscita anticipata con staffetta generazionale e part time per i lavoratori con più di 50 anni di un'impresa della regione, cui mancano tre anni di contributi per la pensione, che passando part-time lascerebbero posti di lavoro a tempo indeterminato o con contratto di apprendistato a giovani disoccupati, di età compresa fra i 18 e i 32 anni; ora invece il governatore Chiamparino ha parlato anche di un dell'anticipo della pensione con un fondo speciale per gli over 50 cui mancano pochi anni alla pensione.

Chiamparino ha spiegato che gli over 50 a cui mancano pochi anni per andare in pensione e rischiano di rimanere senza sostegno economico rappresentano oggi un grosso problema, insieme ai giovani che non riescono a trovare lavoro. E per iniziare a risolvere la questione, ha proposto un anticipo della pensione per chi deve aspettare tre anni per maturare i requisiti attualmente richiesti. L’anticipo verrebbe erogato da un fondo che la Regione Piemonte potrebbe definire con le banche. Il lavoratore senza lavoro riceverebbe l’assegno e, una volta maturata la normale pensione, potrebbe restituire una parte della somma ricevuta in modo da andare a rimpinguare il fondo. Per sostenere, invece, chi alla pensione non riesce ad arrivare nemmeno con questo scivolo, Chiamparino propone contratti di ricollocazione.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il