BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Expo 2015: guida percorsi, padiglioni, ristoranti. Biglietti a prezzi più bassi, sconti, gratis e menù migliori, consigli

Le principali attrazioni di Expo Milano 2015: percorsi da seguire per visitare il Sito, ristoranti da scegliere per mangiare e come acquistare sempre i biglietti




Un sorprendente giro del mondo nella zona nord Ovets di Milano: questo è ciò che offre l'Expo 2015 che nelle sue prime settimane di apertura ha già fatto registrare boom di visitatori. Accednedo infatti al Sito Espositivo è possibile conoscere storia, cultura a trdizioni degli oltre 145 Paesi protagonisti di quest grandissimo evento, dal Canada, all'Angola, passando per i Paesi europei a Cine, Giappone, e tantissimi altri. Tante le aree tematiche possibili, tantissimi i percorsi da programmarsi per ottimizzare la propria giornata in fiera. Per organizzarli al meglio è possibile consultare l'intera mappa del Sito sul sito ufficiale dell'Expo, www.espo2015.org e scoprire le meraviglie da visitare.

Tra i Padiglioni più particolari, quello ell’Angola si caratterizza per la forma stilizzata di un baobab africano posta al centro della struttura. L’altro aspetto caratteristico che merita la visita sono gli spazi verdi coltivati  con piante, ortaggi e frutta tipiche del Paese; quello dell’Austria, che  riproduce il microclima di un bosco austriaco.; e del Belgio, dove si accede ad una fattoria e lungo una facciata di vetro sono posizionati bicchieri di birra giganti che lasciano filtrare la luce. A destra, su un muro di cioccolato, alcuni schermi rappresentano il know how dell'industria cioccolatiera belga.

Particolare anche quello dell'Emirati arabi, dove si accedere tramite  che simboleggiano le dune e una volta nel Padiglione viene proiettato il filmato ‘Family Treep. Sul finire del cortometraggio, i visitatori vengono condotti in uno spazio teatrale interattivo, dove poi vengono coinvolti per terminare la storia. C’è poi il Padiglione del Giappone, composto da 17mila pezzi di legno incastrati tra loro in modo da lasciar penetrare la luce solare, dove troviamo un ristorante da dieci tavoli dove si può fare un pranzo virtuale. Il cibo, infatti, appare sul piano del tavolo e ne vengono spiegate le caratteristiche.

Tantissimi poi i ristoranti dove è possibile mangiare ogni tipo di cibo, ristoranti tipici delle tradizioni dei Paesi presenti, da quelli giapponesi, a quelli cinesi, ai ristoranti messicani, passando per i piatti tipici di ogni regione di Italia. Segnaliamo, inoltre, che nel chiosco dietro al Padiglione Zero, dedicato al Risotto milanese, si può degustare il risotto allo zafferano preparato dallo chef ambassador dell’esposizione Davide Oldani, al costo di 10 euro, e si può anche degustare un tipico dessert milanese, il panettone con il gelato. Immancabili poi i sofisticati piatti della tradizione culinaria francese.

Per quanto riguarda, invece, l’acquisto dei biglietti, possono essere sempre comprati e sono diverse le tipologie disponibili, da quelli a data aperta e quelli a data fissa, ai biglietti che permettono di entrare in fiera per due giorni o tre, agli abbonamenti, anche per l’intera durata dell’Expo fino alla fine di ottobre, agli ingressi per famiglie con bambini, a promozioni speciali per anziani e disabili. Il biglietto serale costerà, invece, sempre 5 euro, valido dalle 19 in poi. I bambini fino a 3 anni di età entrano gratuitamente e il biglietto deve essere ritirato presso l’Expo Gate di Piazza Cairoli, presso alcune rivendite autorizzate o presso la biglietteria dell’Expo in prossimità dell’evento.

I bambini da 4 a 13 anni pagano cifra ridotta soltanto in abbinata ad un pacchetto famiglia o singolarmente con un biglietto per adulto precedentemente acquistato. Gli anziani a partire da 65 anni possono godere di sconti, ma possono acquistare il biglietto solo in loco presentando documento personale; invalidi e disabili devono certificare la propria situazione per poter accedere all’acquisto di un biglietto a costo ridotto e il biglietto per l’accompagnatore è gratuito; mentre gli studenti universitari possono acquistare il biglietto al costo fisso di 10 euro.

Gli studenti possono, invece, acquistare il biglietto direttamente presso i propri Atenei rivolgendosi alle segreterie, mentre tutti gli altri possono acquistare in ogni momento il proprio biglietto o attraverso il sito Internet della Fiera, www.expo.org con carta di credito, o presso i rivenditori autorizzati, l’Expo Gate situato a Largo Cairoli a Milano.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il