BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2015: Roma, Torino, Cagliari, Legge e tutte le città prima rata aliquote e calcolo prima casa, seconda casa, terreni

Anche quest’anno, l’appuntamento per il pagamento dell’acconto di Imu e Tasi 2015 è fissato per il prossimo 16 giugno: le aliquote di Roma, Torino, Cagliari, Lecce




Anche quest’anno, l’appuntamento per il pagamento dell’acconto di Imu e Tasi 2015 è fissato per il prossimo 16 giugno. E’ bene precisare che anche quest’anno la prima spetta esclusivamente ai proprietari, di tutti gli immobili, ad esclusione delle prime case, purchè non si tratti di ville di lusso o case di pregio, e relative pertinenze. Pagano anche i terreni agricoli, ad eccezione solo di quelli situati in Comuni montani secondo la classificazione Istat. La Tasi sui servizi indivisibili comunali, invece, deve essere pagata da tutti, proprietari ed anche inquilini, ed anche su prime case. Entrambe le imposte si pagano poi su seconde case, uffici, negozi e capannoni.
 
Nel caso della Tasi, il pagamento che spetta agli inquilini è una percentuale compresa tra il 10 e il 30% della cifra totale da pagare e saranno i singoli Comuni a decidere la percentuale di pagamento, esattamente come ai singoli Comuni spetta la decisione di stabilire aliquote di pagamento su prime case e altri immobili, sia di Imu sia di Tasi.

Al momento non sono tanti i Comuni che hanno già deliberato le nuove aliquote di pagamento 2015 e in tal caso, se non dovessero arrivare entro qualche settimana, Imu e Tasi del 16 giugno si pagheranno sulle aliquote dell’anno scorso. Al momento, a Roma, l'aliquota Imu 2014 è del 10,6 per mille, mentre per quanto riguarda la Tasi, l'aliquote sulle prime case è stata fissata al 2,5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze e allo 0,8 per mille per tutti gli altri immobili.

Anche a Torino, l’aliquota Imu è del 10,6 su tutti gli immobili, mentre l’aliquota Tasi è al 3,3 per mille, con detrazioni di 110 euro per immobili con rendita catastale fino a 700 euro e di 30 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni, mentre per i fabbricati destinati dalle imprese costruttrici alla vendita, fino a quando restano invenduti e non sono affittati si calcola la Tasi su un’aliquota del’1 per mille.

A Lecce al momento l’aliquota Tasi è fissata al 2,5 per mille sulle prime case con detrazioni di 50 e 100 euro rispettivamente per immobili di categoria A/3 e A/4 e A/5, raddoppiate per nuclei familiari dove vi sono portatori di handicap. Le detrazioni sono raddoppiate anche nel caso in cui siano presenti nel nucleo familiare 3 o più figli. Aliquota al 3,3 per mille sulle prime case invece  a Cagliari, dove previste anche detrazioni di 40 euro per figli che abbiano meno di 26 anni e vivono stabilmente nella prima casa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il