BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità,uomini riforma Governo Renzi: novità scontro più forte tra alte cariche per interventi minimi o radicali

Resta ancora da giocare la partita della riforma pensioni, rispetto a cui le posizioni della politica non sono convergenti.




L'attenzione sulla riforma pensioni Renzi continua a essere molto alta. Come dimostrato da novità e ultime notizie, si stanno profilando due posizione ben distinte. Da una parte c'è chi invoca una modifica radicale della legge Fornero nel segno della flessibilità. Dall'altra c'è chi mette in subordine le emergenze sociali alla sostenibilità economica. E così come è accaduto con le altre grandi scelte, sarà lo stesso premier a decidere quale direzione intraprendere. Di certo, però, come dimostrato dai fatti recenti, non sarà possibile prescindere dai numeri.

L'Alta Corte ha dichiarato incostituzionale lo stop alle rivalutazioni delle pensioni decise dal governo di Mario Monti. La sentenza costringe adesso il governo Renzi a reintegrare le pensioni escluse dalla rivalutazione e la manovra avrebbe un costo superiore a 14 miliardi di euro. Palazzo Chigi sta studiando la soluzione. Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha escluso una manovra per trovare i fondi necessari e ha assicurato che il rimborso avrà un impatto minimo sui conti pubblici. In un primo momento era spuntata l'ipotesi di escludere dalla restituzione delle somme dovute le pensioni di importo più elevato. Lunedì è in programma un Consiglio dei ministri che potrebbe affrontare la questione e decidere quale soluzione adottare per rimborsare quasi 6 milioni di pensionati.

La partita si gioca anche a livello europeo, rispetto al quale c'è ottimismo sull'esame di Bruxelles dell'Italia e sulle raccomandazioni economiche della Commissione europea. Il nostro Paese passerà l'esame ma la soluzione al problema delle pensioni verrà monitorata assieme all'attuazione delle riforme. Questi i prerequisiti per ottenere il via libera alla maggiore flessibilità sui conti pubblici a partire dal prossimo anno, che dovrebbe essere comunque accordata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il