BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini e donne riforma Governo Renzi: novità discussione accesa alti livelli quota 100, contributivo, mini pensione

Tante le diverse posizioni su interventi su riforma pensioni ed è scontro tra partiti, premier, Mef e Ue: situazione e ultime notizie




L’Ue fornisce nuove raccomandazioni all’Italia, puntando su lavoro e riforme strutturali ma senza fare alcun riferimento alla riforma pensioni e non si tratta certo di una novità positiva, considerando che deriva da uno scetticismo che da sempre nutre nei confronti di interventi flessibili sulle pensioni e da una poca fiducia. Ma le ultime notizie non sono poi così positive nemmeno per quanto riguarda le vicende interne sulla questione pensioni: a tenere banco in questi giorni più che la necessità di una maggiore flessibilità in  uscita, che avrebbe però l’effetto di rilanciare l’occupazione giovanile, la questione dei risarcimenti ai pensionati che sono stati penalizzati dall’attuale legge pensionistica.

Poletti e Boeri parlano della necessità di interventi che però comunque garantiscano equità generazionale, mentre c’è chi è preoccupato per la cifra che il governo dovrebbe mettere a disposizione, e chi invece attende eventuali novità pensioni in vista delle elezioni regionali di fine mese. Puntare, infatti, sulle pensioni potrebbe rivelarsi una gran bella mossa vincente per fare risalire il consenso nei confronti del governo.

Il premier Renzi, come fatto finora con altre riforme, sembra intenzionato a lavorare da solo sulle pensioni, mentre una parte del Pd ha chiesto non semplici modifiche dell’attuale riforma ma una revisione completa. Boeri, Poletti e Gutgeld stanno lavorando intensamente per mettere a punto piani di interventi sulle pensioni e modifiche soddisfacenti sotto tutti i punti di vista, non solo per rendere le pensioni più flessibili, ma anche più eque per tutti e con soluzioni universali e non destinate solo a determinate categorie di lavoratori.
 
D’altro canto Mef e ministro dell’Economia continua a sostenere che non dovrebbero esserci interventi sulle pensioni, che la legge attuale dovrebbe essere lasciata ancora così com’è perché l’unica ancora capace di garantire sostenibilità economica al nostro Paese. Intanto, c’è chi continua a rilanciare sui piani di uscita anticipata come quota 100, mini pensione o contributivo, chi, invece, come lo stesso Renzi insieme ai suoi consiglieri economici, sui quegli interventi negativi, come tagli a baby pensioni, pensioni di invalidità, reversibilità, guerra, cumulo che servono ad accumulare nuove risorse economiche da reinvestire sempre nelle pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il