BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità spostare risarcimenti in manovra finanziaria sarebbe buon segnale

Affrontare la questione risarcimenti probabilmente nella prossima Manovra di ottobre: le novità e ultime notizie su questione pensioni




Affrontare la questione risarcimenti per i pensionati che non hanno ricevuto le adeguate rivalutazioni pensionistiche a causa del blocco stabilito dall’attuale legge pensionistica: questa la novità che sta occupando il governo Renzi in questi ultimi giorni.

Dovrebbe arrivare un decreto lunedì 18 maggio in riferimento a questa norma ma probabilmente il tutto potrebbe essere rimandato alla prossima Manovra Finanziaria, forse per mettere a punto piani di intervento più definiti, e quindi capire se procedere, come si è vociferato in questi ultimi giorni, con risarcimenti parziali o per tutti, forse per recuperare quelle risorse economiche che servirebbero per i risarcimenti previsti.

Rinviare la questione alla Manovra di ottobre potrebbe avere risvolti positivi anche per quanto riguarda altri interveti sulle pensioni, soprattutto per i sistemi più flessibili da tutti auspicati in quest’ultimo anno, perché prorogare il tutto, significherebbe che si potrebbe mettere a punto, finalmente, una soluzione universale, sulla scia di quanto già l’anno scorso aveva annunciato il ministro del Lavoro Poletti, che porrebbe fine a tutte quelle soluzioni tampone che finora si sono susseguite solo per determinate categorie di lavoratori.

E parlare di interventi pensionistici nella prossima Manovra potrebbe far capire quanto sia forte effettivamente l’intenzione del premier Renzi, insieme al presidente dell’Inps Boeri e al ministro Poletti, di cambiare il sistema pensionistico attuale e non solo approvando piani di maggiore flessibilità in uscita ma anche pensando, com’era stato annunciato già, ad aumenti degli assegno più bassi. Entrambi questi piani permetterebbero un rilancio dell’economia in generale, dando nuova spinta a mercato dell’occupazione, nel primo caso e ai consumi, nel secondo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il