BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni continuano proposte nuove, riforma fisco, Isee, elezioni regionali sondaggi, riforma anticorruzione: novità oggi lunedì

Le novità ad oggi lunedì 18 maggio del governo Renzi tra questione pensioni, riforma anticorruzione e Fisco e difficoltà Isee. Andamento sondaggi elettorali per le regioni




Continuano a d arrivare nuove proposte di modifica della riforma pensioni, mentre prosegue il cammino di riforma anticorruzione e sono stati approvati i primi tre decreti della riforma del Fisco. I risultati dei sondaggi elettorali della settimana sulle prossime regionali del 31 maggio. Vediamo le novità  e ultime notizie ad oggi lunedì 18 Maggio 2015

Pensioni: Non accenna a chiudersi il dibattito sulla questione previdenziale e, al contrario, in vista dei prossimi appuntamenti del governo Renzi, la discussione sulla riforma pensioni sta diventando sempre più centrale, tanto che continuano ad essere presentate nuove proposte volte a modificare l’attuale legge in vigore. Diverse le novità, le più recenti riguardano le novità avanzate da Pd e Lega. Mentre una parte del Pd ha chiesto una totale revisione della riforma in vigore, sulla scia del referendum abrogativo già proposto mesi fa dalla Lega, alcuni deputati del Pd hanno presentato una nuova proposta che chiede la reintroduzione del divieto di cumulo dei trattamenti pensionistici con i redditi da lavoro e una maggiore flessibilità in uscita per favorire il ricambio generazionale.  Altra proposta è stata presentata dalla Lega è quella che chiede la proroga del contributivo donna, per cui si attendono conferme di rinvio al 31 dicembre 2015, fino al 31 dicembre 2018, in modo da favorire ancora un po’ la possibilità di uscita anticipata per le donne lavoratrici. E sempre la Lega ha chiesto la possibilità di pensione a 64 anni di età per i dipendenti pubblici che hanno maturato la quota 96 entro il 31 dicembre 2012.

Riforma anticorruzione: Dovrebbe essere approvata questa settimana la nuova legge anticorruzione che prevede, in particolare, modifiche alla prescrizione, soprattutto in riferimento alla rimodulazione dei termini per i reati di corruzione, che sono stati aumentati della metà. Il nuovo provvedimento prevede novità sul falso in bilancio, reintroduce il falso in bilancio, prevede un aumento delle pene, minime e massime, il patteggiamento solo previa restituzione del maltolto e sconti di pena per chi collabora. Ma secondo la sesta commissione del Csm, “I singoli sporadici e frammentari interventi realizzati, ed in gran parte attualmente solo annunciati dal legislatore sulla corruzione, risultano per la loro disorganicità insufficienti. Serve un intervento organico a tutto campo”.

Sondaggi elezioni regionali: Il prossimo 31 maggio si terranno le elezioni regionali in diverse Regioni di Italia, dalla Puglia, a Campania, Marche, Umbria, Toscana, Veneto, Liguria. Vediamo l’andamento dei sondaggi ad oggi: secondo le rilevazioni ad oggi Liguria e Campania vedono un testa a testa tra due candidati, Raffaella Paita supera Giovanni Toti in Liguria, dove insegue Alice Salvatore con ottime percentuali, mentre Vincenzo De Luca supera Stefano Caldoro in Campania, più distanziata la candidata dei 5 Stelle Valeria Ciarambino. Secondo il sondaggio di Alessandra Ghisleri per Ballarò, in Campania sarebbe in lieve vantaggio De Luca su Caldoro), mentre in Veneto non ci sarebbe storia tra Luca Zaia e Alessandra Moretti, con il presidente uscente decisamente in vantaggio. In Puglia, come in Veneto, i sondaggi regionali esprimono una preferenza già molto eloquente con il candidato del Pd Michele Emiliano decisamente in netto vantaggio sugli avversari. In Toscana, il Pd appare favorito ed è nettamente favorito Enrico Rossi, probabile vincitore con il 44% contro il 18% di Lega Nord e Fratelli d'Italia e il 16% del Movimento 5 Stelle. Calo drastico per Forza Italia, che tocca il 9%. Anche nelle Marche va meglio per il candidato di centrosinistra: Luca Ceriscioli del Pd è  al 36% contro il testa a testa di Gian Mario Spacca (Forza Italia, Ncd e lista civica) e Giovanni Maggi del Movimento 5 Stelle.

Isee: Tante le difficoltà che si stanno riscontrando nella compilazione del nuovo Isee 2015 e tanti i problemi che il nuovo modello sta creando. La novità è che l’Isee 2015 potrebbe avere un effetto penalizzante sulle borse di studio degli universitari. Le organizzazioni studentesche avevano già denunciato questa situazione settimane fa ma ora a confermarlo ci sono i numeri che arrivano dalla Toscana, una delle Regioni più benestanti d'Italia dove però ci sono anche moltissimi fuori sede: secondo i dati, il prossimo anno rischiano di perdere la borsa di studio o subire decurtazioni il 14% degli studenti che nel 2015 avevano potuto ricevere aiuti. Il nuovo Isee mostra tutti i redditi e prevede delle franchigie per compensare quelli che finora non venivano calcolati. Lo strumento quindi dovrebbe essere più trasparente ma, secondo i calcoli fatti in Toscana, alcuni studenti si scopriranno più ‘ricchi’ senza aver aumentato né il proprio reddito né il proprio patrimonio ma in base ai dati dello scorso anno, perché il nuovo Isee prevede sia l'inclusione di tutti i redditi esenti ai fini Irpef (per esempio le pensioni di invalidità) sia la valorizzazione del patrimonio immobiliare e una franchigia minore per quello mobiliare. Tra i redditi da calcolare ci sono anche quelli dello studente, inclusa la stessa borsa di studio che pesa sulla determinazione dell’Isee per pagare le tasse universitarie.

Riforma fisco: Sono già stati approvati i tre decreti attuativi della riforma fiscale: il decreto legislativo sulla trasmissione telematica delle operazioni Iva e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori elettronici (fatturazione elettronica); il decreto concernente misure per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese; e il decreto contenente le disposizioni sulla certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente. E’ stato, dunque, approvato il decreto legislativo che introduce misure per incentivare, mediante la riduzione degli adempimenti amministrativi e contabili a carico dei contribuenti, l’utilizzo della fatturazione elettronica. La misura vale per tutti i soggetti passivi Iva e introduce incentivi, in termini di riduzione degli adempimenti amministrativi e contabili, a vantaggio delle imprese che la utilizzano. Il decreto prevede, in via opzionale, da gennaio 2017, l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate di tutte le fatture emesse e ricevute. Il governo punta al completamento della delega fiscale entro settembre, mentre a giugno è in programma la discussione sul penale tributario e il decreto sulla riforma del catasto.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il