BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità secondo ultime analisti e studi realizzabili e urgenti

Valore pensioni e tasso di disoccupazione giovanile attestano necessità di interventi su riforma pensioni: la situazione e come cambiarla




Cala il valore degli assegni pensionistici, la disoccupazione giovanile continua ad essere alle stelle e ci sono abbastanza motivi che attestano la necessità di intervenire sulla riforma pensioni per renderla più flessibile e rilanciare occupazione e competitività. E questo significherebbe anche rilanciare l'economia in generale. Considerando poi gli ultimi dati Istat che hanno attestato una nuovo aumenti del Pil nei primi tre mesi di questo anno, è possibile che l'Ue apra an uovi interventi flessibili, soprattutto se la ripresa dell'economia dovesse continuare in maniera costante.

Dalle novità e ultime notizie che arrivano dall'Osservatorio Inps emerge, però, che le pensioni calano passando da 18.363.760 nel 2012 a 18.044.221 nel 2015 e il 64,3% degli assegni ha un valore inferiore a 750 euro, percentuale che per le donne sale al 78,2%.Inoltre, i dati recenti sulla disoccupazione confermano che, dopo una lieve ripresa, è tornata a livelli allarmanti.

Penalizzati soprattutto i giovani che, in mancanza di turn over generazionale a lavoro, non hanno possibilità di accesso al mondo del lavoro. E l’invecchiamento dei lavoratori porta, inevitabilmente, anche ad un calo della competitività, sostenuta essenzialmente dalle conoscenze e dalle nozioni più ‘moderne’ che evidentemente solo i giovani possono vantare.

L’unico sistema per invertire questa tendenza, ridando slancio a competitività e produttività, sarebbe approvare quei piani di uscita anticipata e flessibili per tutti che avrebbero, nel lungo periodo, il duplice vantaggio di permettere l’uscita anticipata ai lavoratori più anziani, creando le giuste opportunità di lavoro per i più giovani, e di permettere di accumulare nuovi risparmi che potrebbero essere reimpiegati dal governo nelle pensioni stesse o nel welfare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il