BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2015 e Tasi 2015: Roma, Napoli, Torino, Firenze e altre città prima rata aliquote. Calcolo abitazione principale, seconda casa

Proprietari e inquilini pronti ai nuovi versamenti 2015 degli acconti di Imu e Tasi. Il termine di scadenza è fissato al 16 giugno: cosa fare e cosa sapere




Proprietari e inquilini pronti ai nuovi versamenti 2015 degli acconti di Imu e Tasi. Il termine di scadenza è fissato al 16 giugno. Per calcolare le prime rate, sia per Imu che per Tasi, si parte dalla rendita catastale che deve essere rivalutata del 5%. Si moltiplicano al risultato ottenuto i coefficienti degli immobili per cui si versano le imposte e al risultato ottenuto devono essere applicate le singole aliquote deliberate dai propri Comuni di residenza. Per agevolare il calcolo consigliamo questo programma gratuito per calcolare la TASI e l'IMU 2015 per prima casa, seconda casa, garage e cantine, oltre che terreni, uffici e attività commerciali.

Ricordiamo che mentre sono esenti dal pagamento Imu abitazioni principali e pertinenze e terreni agricoli che si trovano nei Comuni montani, la Tasi invece deve essere pagata su tutti gli immobili, prime case e pertinenza incluse. Inoltre, l'Imu viene versata solo dai proprietari degli immobili mentre la Tasi sia da proprietari che da inquilini di qualsiasi immobile. Una volta effettuato il calcolo, nel caso della Tasi, bisognerà sottrarre eventuali detrazioni e quindi procedere al pagamento, o con bollettino postale o con modello F24.

A Firenze, mentre l’aliquota Imu è al 10,6 per mille, l’aliquota Tasi sulle prime case è salita dal 2,5 per mille al 3,3 per mille per le abitazioni principali. Aliquota Imu del 10,6 su tutti gli immobili anche a Torino, mentre l’aliquota Tasi è al 3,3 per mille, con detrazioni di 110 euro per immobili con rendita catastale fino a 700 euro e di 30 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni, mentre per i fabbricati destinati dalle imprese costruttrici alla vendita, fino a quando restano invenduti e non sono affittati si calcola la Tasi su un’aliquota del’1 per mille. Nuove aliquote 2015 deliberate anche a Pescara, dove l’aliquota Tasi è salita dal 3,3 per mille al 4 per mille.

Per il pagamento degli acconti di giugno diversi Comuni, invece, manterranno le aliquote dell’anno scorso anche se c’è ancora tempo perché i comuni deliberino le nuove aliquote. Per il momento, a Roma, l'aliquota Imu resta del 10,6 per mille, mentre per quanto riguarda la Tasi, l'aliquote sulle prime case è stata fissata al 2,5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze e allo 0,8 per mille per tutti gli altri immobili.

A Napoli, le aliquote Imu 2014 sono del 10,6 per mille su seconde case e altri immobili, mentre l’aliquota Tasi sulla prima casa è del 3,3 per mille ed è prevista una detrazione annuale di 150 euro per le unità immobiliari con rendita catastale fino a 300 euro; una detrazione annuale di 100 euro per le unità immobiliari con rendita catastale oltre i 300 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il