BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità ufficiali tra quota 100, mini pensione, contributivo illustrate

Ministro Poletti conferma nuovo impegno del governo per una revisione della legge pensionistica attuale: le novità al vaglio e ultime notizie




Interventi negativi, revisione del welfare, ricalcolo contributivo, e sistemi di maggiore flessibilità in uscita, tra quota 100, mini pensione e contributivo, e scivoli per accompagnare i lavoratori fino al raggiungimento dell’età pensionabile: il governo si prepara a modificare finalmente l’attuale legge pensionistica e a dimostrazione della reale volontà dell’esecutivo di agire le ultime dichiarazioni del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che ha annunciato novità al vaglio del governo stesso.

Poletti, solo qualche giorno fa, ha infatti confermato che è a lavoro per definire uno scivolo di accompagnamento dei lavoratori fino al raggiungimento della pensione e le risorse necessarie per mettere in atto verrebbero recuperate, probabilmente, dalla reintroduzione del divieto di cumulo tra i redditi da lavoro e redditi da pensione, come proposto in questi ultimi giorni da alcuni deputati del Pd, che insieme alla richiesta di reintroduzione di questo divieto hanno anche rilanciato su una maggiore flessibilità in uscita.

Ma insieme a questo scivolo, l’attenzione è sempre più puntata sui piani di uscita anticipata che, però, a quanto pare potrebbero essere confermati solo se prima si procedesse con quegli interventi negativi, che dovrebbero colpire pensioni di reversibilità invalidità, cumulo, guerra, baby pensioni siano ormai quasi sicuri, e ricalcolo contributivo, meccanismi che garantirebbero nuovi risparmi allo Stato.

Risorse che dovrebbero essere reimpiegate in una logica di redistribuzione più equa. Si potrebbe, però, partire anche da quella revisione del welfare e di tagli a sussidi e agevolazioni oggi in vigore, come già allo studio dei commissari per la spending review. Se effettivamente i risparmi accumulati da questi interventi venissero utilizzati per aumentare le pensioni minime e concedere pensioni anticipate certamente troverebbero appoggio da parte di tutti e, probabilmente, nella prossima Legge di Stabilità potremmo vedere piani come quota 100, mini pensione o contributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il