BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni regionali 2015 sondaggi pur bloccati aggiornati Veneto, Liguria, Puglia, Campania, Toscana su Pd, M5S, Forza Italia, Lega

Tra le regioni in cui si profila un testa a testa per le elezioni di domenica 31 maggio ci sono Campania e Liguria. Sondaggi aggiornati.




Sono 7 le regioni chiamate al voto domenica 31 maggio: Liguria, Veneto, Puglia, Campania, Toscana, Marche, Umbria. Chi vincerà le sfide per sedersi sulla poltrona più ambita. Tenendo presente il divieto di pubblicare nuovi sondaggi, non si può che fare riferimento alle indiscrezioni e ai dati sulle rilevazioni che vengono fatti trapelare. Ecco allora che si scopre come la Liguria sia una delle regioni in cui l'esito è incerto. La ragione è semplice: la spaccatura del centrosinistra. Da una parte c'è Raffaella Paita (PD), dall'altra Luca Pastorino, ex PD. Tra di loro ci sono Giovanni Toti (Forza Italia, appoggiato da Lega, Fratelli d'Italia, Nuovo Psi, Riformisti, Ap-Liguria, Liberali) e Alice Salvatore, candidata del Movimento 5 Stelle.

Anche il Veneto c'è stata una divisione: quella nella Lega tra Luca Zaia, governatore uscente, e Flavio Tosi, sindaco di Verona. Tuttavia il primo viene dato in vantaggio anche rispetto ad Alessandra Moretti (PD). Più staccati Jacopo Berti del Movimento 5 Stelle, Alessio Morosin (lista Indipendenza Veneta), Laura Di Lucia Coletti (lista L’Altro Veneto) e Sebastiano Sartori di Forza Nuova.

In Puglia strada spianata per Michele Emiliano del Partito Democratico. Anche in questo caso c'è stata una divisione: i candidati del centrodestra sono Francesco Schittulli (Forza Italia), ex presidente della Provincia di Bari, e Adriana Poli Bortone (Fratelli d'Italia), appoggiata anche dalla Lega. Gli altri candidati sono Antonella Laricchia del Movimento Cinque Stelle, Michele Rizzi di Alternativa comunista, Riccardo Rossi dell'Altra Puglia, Gregorio Mariggiò dei Verdi.

Tanti dubbi anche in Campania dove si profila un testa a testa tra il governatore uscente Stefano Caldoro, sostenuto da Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Fratelli d'Italia, e Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, che in caso di elezione non potrebbe esercitare le funzioni perché verrebbe dichiarato decaduto a causa della condanna per abuso d'ufficio. In Toscana, sondaggi nuovi e vecchi danno per vincente il governatore uscente Enrico Rossi (PD) su Claudio Borghi, candidato della Lega, Giacomo Giannarelli del Movimento 5 Stelle, Gianni Lamioni di Ncd e Udc, Tommaso Fattori di Sinistra italiana, Stefano Mugnai di Forza Italia e Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia. Nelle Marche Luca Ceriscioli (PD) è il favorito, così come Catiuscia Marini (PD) in Umbria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il