BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5, 5.1.1, 5.1, 5.0.1, 5.0.2 e Android 6.0: miglioramenti, differenze, uscita aggiornamento, modelli compatibili

Mentre prosegue il rollout di Android 5.0 Lollipop e dei successivi update correttivi, cresce l'attenzione per il futuro Android M.




C'è Android M (o Android 6) ad animare il mondo di smarthone e tablet Android. Prima del suo rilascio occorre però seguire l'evoluzione della distribuzione dell'attuale major release Android 5.0 Lollipop e dei successivi update correttivi 5.0.1, 5.0.2, 5.1 e 5.1.1. Tra i tanti dispositivi interessanti con tempi e release differenti ci sono quelli della serie Nexus, come Nexus 6, Nexus 5, Nexus 10, Nexus 7 2013 Wi-Fi, Nexus 4, Nexus 7 2012 Wi-Fi, Nexus 9, i vari Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy S5 Mini, Samsung Galaxy S4, Samsung Galaxy Alpha, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3, HTC One M8, HTC One M7, LG G3 e LG G2, e tanti di Sony, a partire dal top di gamma Xperia Z3.

I fari sono però già puntati sull'edizione 2015 del Google I/O, in programma giovedì 28 e venerdì 29 maggio al Moscone Center West di San Francisco. Anche se non c'è stato alcun annuncio ufficiale, la multinazionale di Mountain View dovrebbe rivelare parte delle caratteristiche di Android M. Sarà un software rivoluzionario o Google provveder una volta per tutte a sistemare i tanti bug presenti, puntellando il sistema operativo con novità mirate? A breve se ne saprà di più, tenendo presente che tra miglioramenti e introduzioni, ci potrebbe essere spazio per la domotica, l'innovazione tecnologica a bordo della propria auto e il miglioramento della sincronizzazione tra dispositivi Android.

Tra gli appuntamenti più interessanti del Google I/O 2015 in programma nella prima giornata ci sono What's New in Android Development Tools, Video chat for Web, iOS and Android, What's new in Android, Achieving Maps zen on Android, Achieving Maps zen on Android, Gaming on Android TV, Building location aware apps using the Android Location and Places APIs. Nella seconda giornata del raduno californiano potrebbero arrivare interessanti novità da Android application architecture, Unit testing on Android e Bringing Material Design to life on Android.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il