BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anticipate ultime notizie riforma: modifiche negative necessarie per approvazione interventi positivi

Piani di pensione anticipata, aumento assegni minimi e altre modifiche pensioni possibili solo attraverso interventi negativi: novità e ultime notizie




La lieve crescita economica del nostro Paese, attestata dall’aumento del Pil nei primi tre mesi di questo 2015, il successo dell’operazione di Qe avviata dalla Bce, e gli interventi negativi al vaglio del governo Renzi, che condurrebbero a modifiche dell’attuale legge pensionistica e che, a quanto pare, ad oggi sembrano inevitabili per interventi positivi, sia che si tratti di piani di uscita anticipata per tutti, sia che si tratti di aumenti alle pensioni minime.

Dagli interventi negativi e dai tagli messi a punto dal premier Renzi e dalla sua squadra deriverebbero infatti quelle risorse economiche necessarie per garantire aumenti di pensioni e piani flessibili per abbassare l’età pensionabile.  

Si partirebbe dagli interventi su pensioni di invalidità, baby pensioni, pensioni di reversibilità, guerra, cumulo per arrivare al ricalcolo contributivo, passando per quei tagli previsti dal nuovo piano di spending review che i commissari stanno mettendo a punto e che prevede la cancellazione di ben 52 tra sussidi e agevolazioni oggi previste e che toccherebbero comparto dell’agricoltura, bonus mobili e per le ristrutturazioni edilizie, sussidi alle imprese e al Mezzogiorno, ma anche alle spese sanitarie.

E non sono certo misure approvate da tutti, considerando la ferma smentita della cancellazione dei bonus edilizia arrivata dal ministro Delrio e le polemiche nate sul taglio alle agevolazioni fiscali per le spese sanitarie. Ma attraverso questi interventi negativi si potrebbero avere quei fondi necessari per approvare modifiche positive e piani di pensione anticipata e sostenere coloro che percepiscono aumenti più bassi, senza pesare in alcun modo sui conti pubblici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il