BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2015 e Tasi 2015: tutte le città e Roma, Rimini, Torino Cagliari. Calcolo aliquote nuove e vecchie prima casa, seconda casa

Ci si prepara al versamento degli acconti Imu e Tasi 2015 in programma per il prossimo 16 giugno ma non tutti i Comuni hanno ancora provveduto a deliberate le nuove aliquote: le novità




Ci si prepara al versamento degli acconti Imu e Tasi 2015 in programma per il prossimo 16 giugno ma non tutti i Comuni hanno ancora provveduto a deliberate le nuove aliquote di pagamento. Tra i Comuni che lo hanno fatto, Bologna, Arezzo, Livorno, Pescara, Firenze, Rimini, Partendo, per esempio, da Firenze, mentre l’aliquota Imu è rimasta al 10,6 per mille, l’aliquota Tasi sulle prime case è salita dal 2,5 per mille al 3,3 per mille per le abitazioni principali.

Aliquota Imu del 10,6 su tutti gli immobili anche a Torino, mentre l’aliquota Tasi è al 3,3 per mille, con detrazioni di 110 euro per immobili con rendita catastale fino a 700 euro e di 30 euro per ogni figlio di età inferiore ai 26 anni, mentre per i fabbricati destinati dalle imprese costruttrici alla vendita, fino a quando restano invenduti e non sono affittati si calcola la Tasi su un’aliquota del’1 per mille.

Nuovi aliquote 2015 anche a Cagliari, dove, per quanto riguarda la Tasi, nel caso in cui l'immobile sia affittato, la delibera comunale ha previsto la suddivisione della Tasi complessivamente dovuta tra il prioritario per un 85% e l'affittuario al 15%. Anche Rimini ha deliberato le nuove aliquote 2015: quelle dell'Imu sono per quest'anno dello 0,6% per le abitazioni principali di lusso e relative pertinenze, dello 0,89% per terreni agricoli, abitazioni concesse in locazione, immobili ad uso produttivo classificati nella categoria catastale D/1 e D/7. Per quanto riguarda la Tasi, invece, sale al massimo del 3,3 per mille.

A Roma, l'aliquota Imu al momento resta invece quella del 2014 del 10,6 per mille, mentre per quanto riguarda la Tasi, l'aliquote sulle prime case è stata fissata al 2,5 per mille per le abitazioni principali e relative pertinenze e allo 0,8 per mille per tutti gli altri immobili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il