BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni regionali 2015 sondaggi aggiornati clandestini vietati Veneto, Campania,Toscana,Liguria, Puglia dopo cavalli, i vescovi

Tra le regioni in cui la battaglia per le elezioni è più combattuta c'è la Campania. Quali sono i sondaggi aggiornati sul voto?




Sono 7 le regioni chiamate al voto domenica 31 maggio: Campania, Veneto, Toscana, Liguria, Puglia, Marche e Umbria. Com'è noto, è in vigore il divieto di pubblicare nuovi sondaggi, ma le rilevazioni delle intenzioni di voto vanno comunque avanti e c'è chi le rende noto in maniera camuffata. Il sito youtrend.it, ad esempio, le maschera sotto forma di conclave per l'elezione del papa. Fino a questo momento, però, ci sono novità solo per la Campania dove si prevede una battaglia all'ultima scheda tra il governatore uscente Stefano Caldoro, appoggiato da Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Fratelli d'Italia, e Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, del centrosinistra.

Ebbene, secondo il sito, "in testa, con un totale che va dai 39 ai 43 porporati, sarebbe l'energico arcivescovo di Salerno, per molti anni acclamato vertice della diocesi comunale e ora candidato a sedere sulla poltrona di primate dell'intera Regione ecclesiastica Campania". Si tratta di una previsione in linea con quella di seitrezero.it che invece racconta i sondaggi come corse clandestine di cavalli: "La spunta lo sceriffo salernitano che vince con 37 secondi sul miglio ma Chaud'Or è lì, ad un’incollatura e con 36,5 secondi dimostra che il Grand Prix ufficiale è una gara apertissima". Più scontata sembra la corsa per la poltrona di governatore del Veneto, dove in vantaggio sarebbe Luca Zaia, governatore uscente della Lega.

Anche in Toscana c'è un favorito: è Enrico Rossi (PD) che dovrebbe sopravanzare Claudio Borghi, candidato della Lega, Giacomo Giannarelli del Movimento 5 Stelle, Gianni Lamioni di Ncd e Udc, Tommaso Fattori di Sinistra italiana, Stefano Mugnai di Forza Italia e Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia. E se in Liguria Raffaella Paita (PD) sarebbe in vantaggio di poco su Giovanni Toti (Forza Italia, appoggiato da Lega, Fratelli d'Italia, Nuovo Psi, Riformisti, Ap-Liguria, Liberali), in Puglia il gran favorito è Michele Emiliano del Partito Democratico. Infine nelle Marche Luca Ceriscioli (PD) è in vantaggio, così come Catiuscia Marini (PD) in Umbria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il