BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni regionali 2015: Veneto, Liguria, Puglia, Campania, Toscana. Sondaggi aggiornati oggi lunedì, seggi, quando e come si vota

Si vota domenica 31 maggio, dalle 7 alle 23, per le elezioni regionali che si terranno in sette regioni: come fare e cosa occorre presentare




Si vota domenica 31 maggio, dalle 7 alle 23, per le elezioni regionali che si terranno in sette regioni: Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania, Puglia, Umbria. Ai seggi bisogna presentarsi con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Per esprimere il proprio voto, si scegliere solo per il candidato presidente, tracciando un segno sul nome o sul contrassegno accanto al nome e in tal caso il voto si considera anche a favore delle liste che appoggiano quel candidato presidente.

Si può anche votare per un candidato presidente, tracciando un segno sul nome e sul contrassegno di tale candidato, e per una delle liste provinciali ad esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste; o solo a favore di una lista provinciale, tracciando un segno sul relativo contrassegno. In tal caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato presidente della Giunta regionale a essa collegato. E’ possibile anche votare con voto disgiunto, cioè per un candidato presidente, tracciando un segno sul nome o sul contrassegno di tale candidato, e per una delle liste provinciali a esso non collegate, barrando il contrassegno di una di tali liste.

Dagli ultimi sondaggi aggiornati risultano poco incerti gli esiti delle elezioni in Puglia, dove il candidato del Pd Michele Emiliano è nettamente favorito, e in vantaggio, per la vittoria; in Veneto, dove vola Luca Zaia nei sondaggi, arrivando al 45%; nelle Marche, dovrebbe vincere senza sorprese dell’ultimo minuto il candidato del Partito democratico, Luca Ceriscioli; e in Umbria, dove la candidata del centrosinistra Catiuscia Marini, presidente uscente della regione, secondo gli ultimi sondaggi al 40%, è sulla strada della netta vittoria.

Incerti, invece, i risultati in Campania, dove il candidato favorito è Vincenzo De Luca, del Partito democratico, ex sindaco di Salerno, che, però, negli ultimi sondaggi ha perso consensi, ed è testa a testa con il candidato Stefano Caldoro (Forza Italia, Nuovo centrodestra, Fratelli d’Italia); e in Liguria, dove è sfida aperta tra Raffaela Paita (Partito democratico), Luca Pastorino (Sinistra ecologia libertà, Rifondazione comunista) e Giovanni Toti (Forza Italia, Lega nord, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi, Riformisti, Area popolare, Liberali), che però delude nei sondaggi rispetto alle aspettative. Favorito invece in Toscana l’attuale presidente della regione, Enrico Rossi, del Partito democratico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il