BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anticipate ultime notizie: proposte a confronto ultime presentate Pd, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Ndc, Lega

Il governo Renzi continua a lavorare per mettere a punto piani di intervento per cambiare l’attuale riforma pensioni: le ultime notizie




Il governo Renzi continua a lavorare per mettere a punto piani di intervento per cambiare l’attuale riforma pensioni, soprattutto per permettere ai lavoratori di andare in pensione prima dei 66 anni oggi richiesti per l’uscita dal lavoro. Tante le proposte a confronto, dai ben noti piani di uscita con quota 100, mini pensione o prestito pensionistico, e contributivo, all’assegno universale. Protagonisti del dibattito i diversi partiti politici che continuano ad avanzare proposte.

A partire dal Pd, ancora spaccato, perché se la minoranza chiede una completa revisione dell’attuale legge pensionistica, altri deputati, come confermano le novità e ultime notizie della settimana appena trascorsa, hanno chiesto di reintrodurre l’obbligo di divieto di cumulo di redditi da lavoro e redditi da pensione che, secondo quanto spiegato, insieme alla persistente crisi di questi anni, contribuisce a creare gap generazionali.

Diversa invece la posizione di Forza Italia, con il suo leader Berlusconi che continua a puntare su un aumento delle pensioni minime a mille euro, mentre la Lega nei giorni scorsi ha presentato una proposta di proroga del contributivo donna al 31 dicembre 2018 e la possibilità di andare in pensione a 64 anni per i dipendenti pubblici che hanno maturato la quota 96 entro il 31 dicembre 2012.

Il M5S, invece, rilancia sull’assegno universale e sul contributivo donna e, sulla scia di quanto fatto dalla Lega, ha depositato un nuovo ddl che chiede di prorogare per tutte le donne lavoratrici la possibilità di andare in pensione prima fino al 31 dicembre 2018. L’ex ministro Sacconi di Ncd ha presentato una nuova proposta chiedendo di rendere più vantaggioso e conveniente il versame

nto dei contributi volontari nonché il riscatto dei periodi di studi ai fini contributivi e la totalizzazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il