BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cookies siti web e blog obbligatori dal 2 Giugno 2015. Cosa fare. Regolamento, leggi e multe molto severe.

Dal 2 giugno entrano in vigore le nuove disposizioni sull'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie, ora obbligatorio.




Scatta il 2 giugno l'obbligo per tutti i siti di ottenere il consenso degli utenti per le attività che prevedono l'utilizzo di cookie ovvero quelle di profilazione del proprio comportamento sul web. Più precisamente nel caso di cookie tecnici è sufficiente una nota informativa, nel secondo (quelli di profilazione pubblicitaria, di retargeting e di social network) è necessario il consenso alla raccolta di informazioni. Sono esentati da quest'obbligo i cookie di analytics e quelli gestiti da terza parte ma anonimizzati. I cookie di profilazione non possono rimanere archiviati sul dispositivo dell'utente per più di 12 mesi. Il provvedimento si applica a tutti i siti e alla loro navigazione da qualsiasi dispositivo utilizzato.

Al titolare del sito spetta di identificare tutte le categorie di cookie installati dal proprio sito e le loro finalità; identificare le terze parti che potrebbero inviare dei cookie; catalogare i cookie in base alle finalità di trattamento; identificare i link alle privacy policy e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali ha stipulato accordi per l'invio dei cookie dallo stesso sito. In caso contrario, è necessario inserire link alle privacy policy degli intermediari (di solito si tratta del concessionario di pubblicità del sito) ove disponibili; link al sito youronlinechoices.com/it, limitatamente ai servizi censiti da tale piattaforma.

La mancata applicazione delle regole è soggetta a una sanzione da un minimo di 6.000 euro a un massimo di 36.000 euro. L'installazione di cookie sui terminali degli utenti in assenza del preventivo consenso degli stessi comporta la sanzione del pagamento di una somma da 10.000 a 120.000 euro. Inoltre, l'omessa o incompleta notificazione al Garante della privacy è sanzionata con il versamento di una somma da 20.000 a 120.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il