BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2015 e Tasi: prima rata Giugno tutte le città e Bologna, Firenze, Padova calcolo, aliquote, detrazioni prima casa,seconda casa

Tra qualche settimana i contribuenti italiani dovranno pagare gli acconti di Imu e Tasi 2015: termine di scadenza per il pagamento il 16 giugno. Le aliquote 2015 già decise




Tra qualche settimana i contribuenti italiani dovranno pagare gli acconti di Imu e Tasi 2015. E’, infatti, fissato il 16 giugno il termine di scadenza del versamento e l’unico problema ad oggi è quello di capire se il proprio Comune abbia deliberato o meno nuove aliquote di pagamento 2015 su prima casa, seconda casa, terreni e immobili commerciali, ed eventuali detrazioni.

Entro la fine del mese dovrebbero essere comunicate le novità che verranno rese note sul sito del Mef e se entro allora non arriveranno le nuove aliquote, allora la prima rata di giugno sia di Imu e che della Tasi dovrà essere calcolata sulle aliquote 2014, per poi procedere al conguaglio con le aliquote 2015 con il pagamento del saldo del prossimo 16 dicembre.

Vediamo le situazioni dei vari Comuni: tra quelli che hanno deliberato le nuove aliquote 2015 c’è Bologna che ha aumentato l'Imu alzando le aliquote per le case affittate a canone concordato o date in comodato a parenti, ed anche sulla Tasi, passata dal 3,3 per mille al 4,3 per mille.

Anche il Comune di Padova ha stabilito le nuove aliquote 2015, come quella dell'Imu passa dall'1,04% allo 0,99%, mentre per la Tasi le aliquote sono del 2,6 per mille per le abitazioni principali e del 2,7 per mille per le abitazioni classificate nelle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/5, A/6, e A/7 e relative pertinenze e per le abitazioni possedute a titolo di proprietà o usufrutto da anziani e disabili. Inoltre, per questo 2015 la giunta ha riconosciuto una detrazione di 50 euro se nel nucleo familiare è presente un soggetto con invalidità pari o superiore al 74%.

Nuove aliquote 2015 deliberate anche a Firenze e Pescara: nel capoluogo toscano, l’aliquota Imu è al 10,6 per mille mentre l’aliquota Tasi sulle prime case è salita dal 2,5 per mille al 3,3 per mille per le abitazioni principali; a Pescara, invece, nulla cambia per l’Imu mentre l’aliquota Tasi è salita dal 3,3 per mille al 4 per mille. Anche il Comune di Cagliari ha stabilito novità per questo 2015: per quanto riguarda la Tasi, nel caso in cui l'immobile sia affittato, la delibera comunale ha previsto la suddivisione della Tasi complessivamente dovuta tra il prioritario per un 85% e l'affittuario al 15%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il