BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: uno dei decisori più autorevoli su quota 100, mini pensione continua a tacere

Continua il dibattito politico su questione pensioni e interventi di modifica da applicare ed è scontro tra governo e Ministero dell’Economia: le novità




Tra quota 100, mini pensione o prestito pensionistico, assegno universale, ricalcolo contributivo, pensione a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni crescenti, continua il dibattito politico sulla questione pensioni e sulle modifiche da apportare alla legge oggi in vigore e continuano ad arrivare proposte e ddl tra i più diversi avanzati dai diversi partiti. La domanda a questo punto è ovvia: ci si chiede infatti quale sarà davvero il piano che cambierà l’attuale legge pensionistica e quando potrà essere davvero approvato? Finora infatti qualsiasi annuncio è sempre rimasto un insieme di parole mai trasformatee in realtà e l’auspicio è che ora qualcosa cambi davvero.

Il presidente dell’Inps Boeri e il commissario per la spending review Gutgeld cercano di convincere l’Ue che intervenire sulle pensioni in Italia porterebbe vantaggi sia in termini di recupero di nuovi risparmi, sia per  il rilancio dell’occupazione giovanile, e forse potrebbero riuscirci più facilmente ora dopo i risultati delle elezioni in Spagna e Polonia che hanno visto la vittoria di schieramenti anti-Ue, che chiedono proprio all’Ue cambiamenti e dietrofront sulle politiche di austerità, il che potrebbe trasformarsi in nuove aperture anche nei confronti delle novità pensioni in Italia.

Mentre i partiti politici e il governo lavorano per capire la strada migliore da seguire per modificare le pensioni attuali, una delle personalità più importanti in questa discussione, il ministro dell’Economia Padoan, non si esprime il che significa ribadire la sua contrarietà a interventi pensionistici, posizione che fondamentalmente viene confermata dal suo vice Morando che ha nuovamente dichiarato che non sono al vaglio del governo interventi sulle pensioni.

Si tratta di una conferma che si scontra con le ultime dichiarazioni di premier Renzi ma anche ministro del Lavoro Poletti e presidente Boeri ma è già capitato che Ministero dell’Economia e Matteo Renzi si scontrassero sulle pensioni ed è già accaduto che i tecnici del Tesoro hanno bloccato qualsiasi nuovo intervento positivo proposto in Parlamento sulle pensioni, a partire dalla situazione dei quota 96 della scuola, che infatti ancora attendono una soluzione definitiva per il loro pensionamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il