BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne,anzianità riforma Governo Renzi: novità per chi e come ricalcolo parta assegno,penalizzazioni o entrambi

Il governo sta cercando la strada più adatta per la riforma pensioni in base alla disponibilità economica. Novità e ultime notizie.




Sono diverse le strade che il governo si trova davanti per la riforma pensioni. Novità e ultime notizie confermano come la questione sia sul tavolo dell'esecutivo e che tutte le proposte vanno in una direzione unica: rendere meno rigido l'attuale impianto previdenziale. Tra le soluzioni c'è l'estensione a tutti i lavoratori del sistema di calcolo con il metodo contributivo. In buona sostanza verrebbe data l'opportunità del ritiro con qualche anno di anticipo rispetto alle disposizioni ora in vigore, in cambio di un taglio dell'assegno. Più facile a dirsi che a farsi perché il governo avrebbe bisogno di liquidità immediata per fare la manovra.

Secondo il disegno di legge proposto da Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera dei deputati, e Pier Paolo Baretta, sottosegretario al Ministero dell'Economia, per facilitare il congedo dal lavoro è possibile anticiparlo a 62 anni con penalizzazione al 2%. E sul contributivo, spiega Baretta, "stiamo valutando molte variabili che riguardano l'efficacia, l'equità del sistema e l'impatto della finanza pubblica". In alternativa, propone l'idea del prestito previdenziale, ma sempre tenendo ferma l'asticella dei 62 anni. L'anticipo potrebbe essere di 700 euro al mese, da restituire integralmente e in piccole rati senza interessi.

A detta di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, favorire le condizioni per l'uscita "è importante non solo per rimuovere alcuni elementi di rigidità del sistema previdenziale, ma anche per favorire l'ingresso dei giovani nel mercato del lavoro, in questi ultimi anni oggettivamente limitato anche dall'allungamento dell'età pensionabile. Sono le stesse aziende che ci richiedono questa sorta di staffetta generazionale". Quanto alle proposte, se ne parlerà a settembre con la prossima manovra finanziaria "in base alle risorse disponibili".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il