BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 6 M e Nexus 2015: il primo presentato oggi ufficialmente, il secondo no. Uscita, caratteristiche, miglioramenti

Ecco come seguire il Google I/0 2015 in diretta streaming da PC, smartphone e tablet. Si comincia domani giovedì 28 maggio alle 18.30.




AGGIORNAMENTO: Android 6 o Android M è stato presentato ufficialmente oggi al Google I/O 2015, mentre il nuovo cellualre Nexus 2015 non è stato annunciato. Tutte le novità, miglioramenti, date di uscita, compatibilità in questo articolo

C'è il Google I/0 2015 ai nastri di partenza. Le luci si accenderanno sul Moscone Center West di San Francisco domani 28 maggio alle 18.30 e rimarranno tali fino al giorno successivo. Per seguire la diretta streaming da PC, smartphone e tablet dei principali appuntamenti in programma è possibile fare riferimento al sito ufficiale o scaricare l'app dedicata sul Play Store. La principale novità da mettere in cantiere è la parziale presentazione delle nuove funzioni e dei miglioramenti che saliranno a bordo della nuova versione del sistema operativo Android 6 o Android M. In ballo c'è anche un software dedicato all'Internet delle cose, il cui nome in codice è Brillo.

Altre novità potrebbe essere il lancio del sistema di pagamenti Android Pay, upgrade di Android for Work, una nuova versione di Chromecast, uno spazio ad hoc dedicata ai bambini all'interno del Play Store. Tra gli eventi più significativi nella prima giornata del Google I/0 2015 ci sono What's New in Android Development Tools, Video chat for Web, iOS and Android, What's new in Android, Achieving Maps zen on Android, Achieving Maps zen on Android, Gaming on Android TV, Building location aware apps using the Android Location and Places APIs. Per il giorno successivo segnaliamo Android application architecture, Unit testing on Android e Bringing Material Design to life on Android.

I tempi di rilascio? Secondo Hiroshi Lockheimer, vicepresidente del dipartimento Engineering di Google, "crescendo come piattaforma abbiamo realizzato che la prevedibilità è in un certo senso importante per l'intera industria: sviluppatori, produttori, operatori e anche utenti. Quindi, abbiamo scelto una sorta di cadenza annuale per le grandi release. Dunque, ad esempio, un anno rilasciamo J, quello successivo K, quello dopo ancora L e ora tocca a M. Potete prevedere cosa accadrà il prossimo". Di certo il software sarà parte integrante del Nexus 2015, lo smartphone top di gamma, forse realizzato in una doppia versione, atteso però a scaffale già in autunno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il