BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità quota 100, mini pensione negative se tace uno dei decisori

La riforma pensioni continua a essere un argomento centrale della politica italiana. Quali novità e ultime notizie dal dibattito in corso?




Ci sono silenzi che in un dibattito molto acceso e molto delicato dal punto di vista sociale come quello della riforma pensioni, pesano più di altri. Basta sfogliare con un po' di attenzione novità e ultime notizie sul welfare in Italia e sulla situazione previdenziale per rendersi conto come ci sia una figura piuttosto defilata rispetto alla questione. Il motivo è semplice: la contrarietà a cambiare, se non in maniera superficiale, le norme in vigore. Già, perché Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia e dunque custode dei conti pubblici, aveva già più di una volta manifestato le sue perplessità dinanzi alle ipotesi di modifica ovvero di revisione dei requisiti.

Come spiegato ieri sera nel corso della trasmissione Di Martedì, in onda su La7, in riferimento all'ipotesi di ricalcolo di tutte le pensioni con il meno economicamente vantaggioso metodo contributivo, "i diritti acquisiti si preservano sempre. Si può immaginare una transizione da due a un solo sistema nel lungo periodo, ma se la domanda è, state pensando a misure ora, la risposta è no". Sulla stessa lunghezza d'onda Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali: "Non è sensato, non è logico. Si tratterebbe di un sistema meccanico, non ragionevole, perché si interverrebbe anche sulle pensioni più basse". E ancora: "La previdenza bisogna toccarla il meno possibile e solo se indispensabile perché è un elemento di sicurezza".

In questo contesto si segnala che non ci sarà alcun cumulo di pensioni per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Quirinale specifica in una nota che il capo dello Stato ha disposto per lui e per tutti i soggetti che svolgono funzioni all'interno della presidenza "l'introduzione del divieto di cumulo delle retribuzioni con trattamenti pensionistici erogati da pubbliche amministrazioni". Inoltre il presidente della Repubblica "ha disposto la riduzione dell'assegno a lui spettante per legge, in corrispondenza dell'ammontare del suo trattamento pensionistico". In sostanza, viene detratta dal suo stipendio come presidente la pensione che riceve come professore universitario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il