BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2015, Tasi e Imu 2015, 730 ordinario, precompilato 2015: proroga e istruzioni ufficiali nuove. Quando, come e per chi.

Le scadenze fiscali in programma nelle prossime settimane potrebbero slittare: date interessate e chi riguardano. Cosa fare




Le scadenze fiscali in programma nelle prossime settimane potrebbero slittare. Ci riferiamo in particolare modo alla presentazione del modello 730 e del primo versamento dovuto da chi presenta il modello Unico 2015. Partendo dal modello 730, Caf , commercialisti e altri professionisti abilitati hanno chiesto da settimane una proroga della presentazione del modello che potrebbe essere posticipata dal 7 luglio al 14 luglio a causa dei diversi problemi riscontrati nel corso delle varie operazioni di modifica e integrazione della dichiarazione dei redditi online inviata dall’Agenzia delle Entrate ai contribuenti.

Tante le anomalie riscontrate dai contribuenti, dai problemi che riguardano le detrazioni da lavoro dipendente, derivante dal mancato inserimento delle giuste giornate di lavoro, dovuto, secondo le Entrate, a incongruenze di trasmissione dei sostituti di imposta, alla mancanza in alcuni casi da parte del contribuente della Certificazione Unica in possesso, invece, dell'Agenzia delle Entrate. Oltre ai problemi di incoerenza dei dati relativi a detrazioni e periodi di lavoro presenti sul precompilato, sono stati lamentati anche problemi tecnici.

Spesso, infatti, la lunghezza eccessiva di un nome inserito, per esempio quello del sostituto di imposta, si sovrappone al codice fiscale dello stesso creando problemi e sembra che il codice fiscale del coniuge che dovrebbe essere obbligatoriamente inserito invece non lo sia e spetta al contribuente aggiungerlo. Il mancato inserimento del codice fiscale del coniuge risulta una violazione formale che può essere sanzionata. Considerando dunque la lungaggine delle operazioni di correzioni, l’Agenzia delle Entrate si avvia ad approvare una proroga di presentazione del 730 al 14 luglio.

Passando alla proroga del versamento in programma il 16 giugno per l’Unico 2015, anche in questo caso è stata presentata una richiesta ufficiale a causa del ritardo con cui è stato reso disponibile il software Gerico necessario per verificare la congruità degli studi di settore e i modelli correttivi. Ristretto, dunque, il tempo a disposizione di Caf e professionisti abilitati per effettuare le dichiarazioni dei redditi e lo slittamento potrebbe arrivare ai primi giorni di luglio, considerando che per la scadenza del 16 giugno Caf e altri professionisti abilitati saranno impegnati anche con le tante richieste di calcolo di Imu e Tasi i cui acconti devono essere pagati proprio entro quella data.

Chi dovesse pagare in ritardo sarebbe sottoposto alle sanzioni previste che scattano dal giorno immediatamente successiva il termine di pagamento. In tal caso una proroga del versamento sarebbe difficile ma la richiesta è quella di posticipare l’entrata in vigore delle multe previste per i ritardatari.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il