BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni regionali 2015: sondaggi oggi sabato aggiornati Toscana, Liguria, Campania, Puglia, Veneto Pd, Lega, Forza Italia, M5S

Si avvicina il giorno delle elezioni regionali. Cosa riferiscono i sondaggi aggiornanti in Campania, Liguria, Veneto, Puglia, Toscana?




Sono 7 le regioni al voto domenica 31 maggio 2015. Sono chiamate all'elezione del presidente e al rinnovo del consiglio la Campania, la Liguria, le Marche, la Puglia, la Toscana, l'Umbria e il Veneto. E sono 2 le giunte uscenti di centrodestra: il Veneto, con Luca Zaia della Lega, favorito anche quest'anno per la vittoria finale, e la Campania, con Stefano Caldoro, alle prese con un testa a testa all'ultimo voto con Vincenzo De Luca del centrosinistra. Già, perché nonostante sia vietata la pubblicazione di nuovi sondaggi, c'è chi, come il sito seitrezero.it, rende note le rilevazioni delle intenzioni di voto attraverso il camuffamento sotto forma di corse clandestine di cavalli.

Viene così alla luce come in Liguria "Varien" ovvero Giovanni Toti di Forza Italia "parte molto forte e per il primo e il secondo giro rimane attaccato agli zoccoli di Fan Paté" ovvero Raffaella Paita del PD. "La purosangue spezzina", tuttavia "non mette tra sé e l'avversario un margine di ragionevole sicurezza. Sul rettilineo finale, però, le riesce l'allungo e chiude il miglio in 37 secondi netti, due in più dell'ottimo Varien". Due regioni in cui la battaglia sempre meno accesa sono la Toscana con Enrico Rossi (PD) favorito sugli avversari e la Puglia con Michele Emiliano, anch'esso del Partito Democratico, in vantaggio e destinato a diventare il nuovo governatore.

Nel frattempo è scoppiato il caso dei cosiddetti impresentabili e sono spuntati i primi nomi. Giovanni Copertino, candidato di Forza Italia a Bari: la sua accusa di corruzione aggravata è andata in prescrizione. Massimiliano Oggiano, candidato con Fitto, è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. Enzo Palmisano (lista per Schittulli), è accusato di corruzione e associazione a delinquere. Fabio Ladisa (lista Emiliano), è stato rinviato a giudizio per furto aggravato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il