BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: leggi nuove quota 100, mini pensioni per singole categorie

Quando si tratta di riforma pensioni accade anche che Stato ed enti locali viaggiano a velocità differenti. Novità e ultime notizie.




Da tempo si parla di una riforma pensioni nel segno dell'universalità ovvero delle proposizione di un nucleo fondativo di regole valide per tutte, nel pubblico e nel privato a tutti i livelli. A sollecitarla più volte, soprattutto nei primi mesi del suo incarico, è stato Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha sempre indicato nella manovra finanziaria di fine anno, lo strumento più adatto per modificare in profondità il sistema previdenziale. Tuttavia poco è stato realizzato anche per gli stretti margini di manovra a livello economico. Eppure capita che altrove, il pedale della riforma pensioni sia premuto più a fondo.

Accade in Sicilia, ad esempio, dove il recente piano di prepensionamento per i dipendenti pubblici dell'amministrazione regionale ha aperto le porte del congedo a 65 anni e 3 mesi con 20 anni di contributi o a 61 anni di età e 35 anni di contributi, con l'applicazione di penalizzazioni sull'assegno previdenziale fino a un massimo del 10%. Ma non si tratta comunque dell'unico caso in cui Stato ed enti locali viaggiano a velocità differenti.

Si accennava alla difficoltà economiche e alla necessità non solo della ripresa economica del Paese, ma anche di un mirato e incisivo taglio della spesa pubblica per riuscire a portare a casa le riforme. Fa riflettere come i 12 miliardi di euro di riduzione della spesa pubblica nel 2015 non avranno alcun effetto sul bilancio statale perché sono stati annullati dagli 80 euro in busta paga ai soli lavoratori dipendenti e assimilati con un reddito variabile da 8 a 24.000 euro. La proposta dell'ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli per il taglio della spesa pubblica avrebbe comportato risparmi pari al 2% del PIL all'anno per tre anni ovvero un importo di circa 32 miliardi di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il