BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: appuntamenti e incontri giugno quota 100, assegno universale, mini pensione

Ci si prepara al mese di giugno che potrebbe essere ricco di appuntamenti: impegni in programma e quali cambiamenti potrebbero effettivamente portare




Ci si prepara al mese di giugno che, secondo le novità e le ultime notizie, potrebbe essere ricco di appuntamenti, alcuni dei quali potrebbero rivelarsi fondamentali per capire come potrebbe cambiare l’attuale legge pensionistica. In programma innanzitutto la definizione di terzo e quarto decreto attuativo del lavoro, con conteranno norme per la tutela della maternità e per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro e che puntano ad estendere gradualmente l'indennità di maternità a tutte le lavoratrici, ma che, come ipotizzato, potrebbe comprendere anche novità pensionistiche collegate al lavoro, soprattutto pensate per favorire il ricambio generazionale e rilanciare l’occupazione giovanile.

Altro appuntamento tanto atteso è la presentazione del piano di interventi pensionistici che sarà presentato dal presidente dell’Inps Boeri. Certamente tra le novità previste ci sarà l’assegno universale per gli over 55 che rischiano di rimanere senza lavoro ma impossibilitati ad andare in pensione perché ancora lontani dal raggiungimento dei requisiti pensionistici richiesti.

Dopo aver già avviato concreti piani di cambiamento del sistema previdenziale e aver tanto parlato dei suoi progetti futuri, nell’ultima settimana, Boeri non è intervenuto sulla questione pensioni  ma, parlando della riforma della P.A., che nelle prossime settimane tornerà in discussione, ha spiegato che una maggiore flessibilità è necessaria per le pensioni che per il lavoro.

In riferimento alla riforma della P.A., il presidente  dell’Inps ha dichiarato di aver apprezzato competenze, professionalità ed “esempi di dedizione al lavoro che dal di fuori era difficile rilevare, ma al contempo ho potuto toccare con mano delle criticità che avevo osservato dall’esterno”, una volta alla guida dell’Istituto previdenziale e ritiene che gli ambiti da affrontare per rinnovare la P.A. sono selezione e nuove competenze, rotazione della dirigenza, misure di performance adeguate, e turn over lavorativo per svecchiare quel comparto della P.A. italiana che, come già dichiarato dal ministro Madia mesi fa, è il più anziano d’Europa. E proprio in relazione a questa necessità si potrebbe parlare di misure atte a favorire il ricambio generazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il