BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, mini pensione,assegno universale conferme e smentite positive e negative

Contrari e favorevoli a interventi di modifica sull’attuale legge pensionistica: ipotesi al vaglio, posizioni e pareri politici e non. Le ultime notizie




Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, si prepara a presentare l'assegno universale e possibili altre novità pensioni, il ministr del Lavoro, Giuliano Poletti, domani, mercoledì 3 giugno, sarà in Aula per parlare di pensioni ed eventuali piani per garantire prepensionamenti a tutti, il premier Renzi solo qualche giorno fa ha dichiarato nuove aperture e novità pensioni che potrebbero arrivare il prossimo autunno, cioè con la prossima Manovra Finanziaria. Si tratta di prossimi appuntamenti che preannunciano qualcosa di positivo per le pensioni, eppure le novità e ultime notizie non sono poi così positive.

Dal presidente della Bce, Mario Draghi, al governatore della Banca di Italia, Ignazio Visco, al viceministro all’Economia Morando, negano necessità di interventi e ipotesi al reale studio del governo, smentendo di fatto quanto di buono sopra riportato. E’ ben chiaro, dunque, come occorra trovare una sorta di compromesso per soddisfare le esigenze di chiede novità alle pensioni, lavorando soprattutto in un’ottica di sostegno all’occupazione giovanile e, di conseguenza, dell’economia in generale. Per farlo bisogna innanzitutto superare l’ostacolo Ue, da cui però ci si potrebbe aspettare sorprese (positive) dopo gli esiti delle elezioni in Spagna e Polonia dove a trionfare sono stati i fronti euroscettici.

E per non sgretolarsi del tutto, è possibile che l’Ue si apra a maggiori concessioni per tutti, il che si tradurrebbe in Italia nella possibilità di aprire nuovi margini di intervento sulla previdenza, così da  riuscire a valutare vantaggi e convenienza dei piani di uscita a quota 100, mini pensione, contributivo, uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi.

Dalla parte di nuovi interventi, insieme a Boeri, anche il commissario per la spending review Gutgeld, che sostiene il presidente dell’Inps, l’unico che va avanti concretamente con interventi sulle pensioni, dall’operazione trasparanza, al debutto ufficiale de ‘La mia pensione’, al prossimo assegno universale per gli over 55, sistema autofinanziato perché sostenuto da quei tagli della spending  review che proprio Gutgeld sta mettendo a punto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il