BusinessOnline - Il portale per i decision maker








PES 2016 e FIFA 16: il punto di questa settimana tra novità, conferme e smentite

Ecco le prime informazioni ufficiali sui principali titoli di simulazione calcistica presenti sul mercato videoludico: FIFA e PES.




Il primo video trailer di FIFA 16 ha colto nel segno. Smarcandosi dalla prevedibilità, Electronics Arts ha concentrato tutti i 90 secondi del filmato sulla grande novità del prossimo capitolo del titolo di simulazione calcistica: il calcio femminile. Potrà piacere o meno, ma si tratta di una scelta che fa discutere e mantiene alta l'attenzione su FIFA. D'altronde dal 6 giugno al 5 luglio 2015 si disputeranno i Mondiali di calcio femminile in Canada. La competizione sarà a livello nazionale le prime squadre incluse, che potranno rivaleggiare siano in amichevoli e sia in tornei, sono Australia, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Messico, Spagna, Stati Uniti e Svezia.

Come è possibile notare dalla presenza dei sensori sul corpo di Sydney Leroux, Alex Morgan, Megan Rapinoe e Abby Wambach, gli sviluppatori hanno sfruttato la tecnologia Motion Capture per rendere la simulazione del gioco più aderente alla realtà. C'è poi un'altra informazione che viene comunicata nel trailer: la data di uscita. Il gioco è infatti atteso per il 25 settembre 2015 nelle versioni per PlayStation 4, Xbox One, PC, PlayStation 3 e Xbox 360. Non è prevista alcuna release per Nintendo 3DS e PlayStation Vita. Altra assenza con cui fare i conti è quella con la Champions League. Nei giorni scorsi si è infatti molto discusso sul passaggio di licenze dalla serie PES a quella FIFA.

Stando a quanto scritto via Twitter da Adam Bhatti, community manager di PES, anche per quest'anno sarà un'esclusiva di Pro Evolution Soccer così come le licenze di Copa Libertadores e AFC Champions League. Una presa di posizione che fa il paio con quelle di qualche settimane fa: "Hey guys just want to say to please stop worrying, the future of PES is safe. We have an incredible future ahead, can't wait to show you". Insomma, sulla questione licenze, almeno per quest'anno cala il sipario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il