BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate: positive e negative continua altalena conferme e smentite come nuovi ostacoli e sostegni

Sulle modalità di scioglimento del nodo della pensioni non c'è uniformità di vedute né a livello politico né a quello economico.




La riforma pensioni si sta rivelando un puzzle molto intricato. Novità e ultime notizie riferiscono come negli ambienti politico ed economico non c'è uniformità di vedute. Mario Draghi, governatore della Banca Centrale Europea, seppure senza citare direttamente la previdenza italiana, invita a fare le riforme con maggiore intensità. Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia, invoca cautela quando sente parlare di smantellamento delle leggi attuale. E aggiunge che "l'investimento in conoscenza è quello che paga l'interesse più alto». Al Festival dell'Economia di Trento, pone l'accento sul valore del "capitale umano" e sulla formazione: "Fino a oggi è stato investito poco perché c'è un rendimento differito nel tempo. Bisogna fare uno sforzo e pensare ai benefici anche per quando non si sarà più al governo".

Cauto sulla revisione delle regole sulle pensioni anche il ministro dell'Economia mentre è decisamente più favorevole Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, secondo cui lo strumento più idoneo per la riforma pensioni è la prossima legge di stabilità. Posizioni comuni sugli ampi spazi di riduzione della spesa previdenziale per Carlo Cottarelli e Yoram Gutgeld, rispettivamente ex e attuale commissionario alla spending review. I riflettori sono però puntati su Tito Boeri, presidente dell'Inps, che entro la fine di questo mese presenterà al governo un piano di riforma delle pensioni. Ma quante delle proposte saranno accolte dal premier Matteo Renzi.

Il nodo è come al solito quello economico in ambito europeo. In questo contesto Atene avrebbe dovuto restituire entro oggi al Fondo monetario una rata di 312 milioni. Ieri ha accettato di accorparla con le altre previste a giugno e di pagare il totale di 1,57 miliardi di dollari entro la fine del mese. Tra luglio e agosto la Grecia dovrà rimborsare ai creditori quasi 7 miliardi di euro in due tranche: la prima da 3,5 miliardi di euro e la seconda da 3,2 miliardi di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il