BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi affermazioni Messina, Cottarelli, Brambilla, Boeri, Poletti, Padoan, Squinzi

Le novità e ultime notizie su questione pensionistica e dichiarazioni da Messina, Brambilla, Squinzi, Cottarelli. Le opinioni




Si allarga il dibattito pensionistico, oggi più attuale che mai, a comprendere non solo partiti politici e forze sociali che in questi mesi hanno continuato ad avanzare proposte di modifica all’attuale legge pensionistica e presentato nuovi ddl, ma anche studiosi e industriali.

Tra le novità e ultime notizie le dichiarazioni del leader dell’Idv Messina  che definisce l’attuale impianto pensionistico un grosso errore che, allungando improvvisamente l’età pensionabile per tutti, ha creato un danno immenso al nostro Paese, toccando non solo i lavoratori prossimi alla pensione ma anche il mondo del lavoro, perché aumentare i requisiti pensionistici ha significato bloccare il ricambio generazionale che si è ripercosso su tasso di disoccupazione e perdita di competitività delle imprese.

L’Idv ha, infatti, presentato una proposta di legge per abrogare l’attuale legge Fornero, tornare alle vecchie norme pensionistiche e rilanciare l’occupazione giovanile. Alberto Brambilla, invece, esperto di previdenza ed ex sottosegretario al Welfare, conferma come la riforma pensioni oggi in vigore abbia effettivamente reso più rigide sia le condizioni lavorative che quelle pensionistiche e appoggia il piano di Damiano e dal Baretta che prevede penalizzazioni o , al contrario, incentivi a seconda che un lavoratore decida di andare in pensione prima o dopo i 66 anni oggi richiesta.

Anche il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, auspica novità per le pensioni, non solo per rendere più morbidi i requisiti per l’accesso ai trattamenti pensionistici, ma anche per rendere l’attuale sistema previdenziale più sostenibile ed equo per tutti. L’ex commissario per la spending review, Carlo Cottarelli, punta invece su tagli su pensioni, sanità, personale per una razionalizzazione della spesa pubblica. E in riferimento particolare alle pensioni. Secondo Cottarelli, il sistema previdenziale, infatti, è una fonte di spreco, bisognerebbe dividere spesa pensionistica e assistenziale e appoggia anche il meccanismo di ricalcolo contributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il