BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2015, 730 precompilato ordinario, Tasi, Imu, Cu: proroga per primo e Durc è una buona indicazioni per tutti

Approvata prima proroga fiscale dall’Agenzia delle Entrate ma si attendono ancora novità per Unico e 730. Le scadenze e cosa cambierebbe




E' stata concessa una proroga di 30 giorni della scadenza per gli avvisi di irregolarità notificati via Pec ai consulenti del lavoro nelle scorse settimane. Lo slittamento dei termini è solo parziale e riguarda solo una delle richieste dell’Inps, vale a dire quella che riguarda definizione e archiviazione dalle sedi delle pratiche già trasmesse dai consulenti del lavoro nei mesi scorsi. Ora si attendono altre comunicazioni dall’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda le altre proroghe richieste sia inerenti il modello Unico sia per il modello 730.

In particolare, le richieste riguardano la proroga dal 16 giugno al 6 luglio del termine del primo versamento che spetta a chi presenta il modello Unico per la dichiarazione dei redditi, e la proroga dal 7 al 14 per chi presenta invece il modello 730. In quest’ultimo caso la proroga riguarderebbe sia chi sceglie di presentare il 730 nella tradizionale versione cartacea sia chi lo presenta nella nuova versione precompilata online.

E’ proprio a causa di errori e mancanze riscontrate in quest’ultima versione, inviata telematicamente ai contribuenti dall’Agenzia delle Entrate lo scorso aprile, che Caf e commercialisti hanno chiesto uno slittamento dei termini di presentazione, considerando i tempi necessarie per eventuali correzioni e per un nuovo invio dalle Entrate stesse ai contribuenti. Chiesta anche una proroga dell’entrata in vigore delle sanzioni a carico di paga in ritardo gli acconti di Imu e Tasi 2015.

La scadenza della prima rata delle imposte sugli immobili è in programma martedì prossimo 16 giugno, dunque in concomitanza con l’attuale scadenza di pagamento del primo versamento Unico, il che significa poco tempo per Caf e Commercialisti di procedere a tutte le adempienze fiscali. Sono, infatti, sommerse di richieste da parte dei contribuenti sia per aiuto e assistenza nel calcolo di Imu e Tasi sia per le dichiarazioni dei redditi e non avrebbero tempo di completare tutto senza una proroga.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il