BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero oggi e domani treni Intercity, locali Frecce Rosse, Bianche, Trenitalia: quando inizia, finisce giovedì, venerdì

Prima Roma poi Milano: i prossimi due giorni si caratterizzeranno per disagi e problemi nel trasporto pubblico locale. Ecco gli orari.




Quali sono novità e ultimi aggiornamenti sullo sciopero che domani mercoledì 10 giugno e giovedì 11 giugno coinvolgerà il trasporto pubblico prima di Roma e poi di Milano? Nella capitale saranno coinvolti i mezzi Atac, esattamente metro A-B-B1-C, ferrovie Roma-Viterbo, Termini-Giardinetti, Roma-Lido, rete tram, rete bus, rete filobus. L'agitazione di domani avrà durata di 4 ore, dalle 11.30 alle 15.30, ma ovviamente vanno messi in conto i tempi tecnici di stabilizzazione della regolarità del servizio dopo la ripresa delle attività. Lo sciopero è stato proclamato dai sindacati Orsa e Fast Confsal. Si tratta della terza astensione dal lavoro in meno di due mesi.

Giovedì 11 giugno è invece il turno dell'ATM di Milano. In questo caso l'agitazione, indetta dalla Confederazione Unitaria di Base Trasporti (Cub Trasporti), è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Anche in questo caso non è escluso che si possa ripetere il copione già visto nel recente passato ovvero la precettazione dei lavoratori da parte del prefetto. Questi sono infatti i mesi dell'Expo, la grande esposizione universale organizzata nel capoluogo lombardo e l'interruzione del servizio pubblico nelle ore centrali della giornata rischia di provocare grandi disagi.

Ma la Confederazione Unitaria di Base Trasporti non vuole sentire ragioni ed esprimere "la sua totale disapprovazione per l'accordo integrativo sugli straordinari Expo siglato tra ATM e 7 sigle sindacali senza confronto e condivisione con i lavoratori, anzi bocciato dalla stragrande maggioranza degli stessi perché improntato alla sublimazione dello straordinario e del sacrificio". Una intesa "che oltre a non affrontare e risolvere i problemi strutturali in merito alle assunzioni, agli orari di lavoro, alla sicurezza, non ultimo al mancato rinnovo del CCNL scaduto a dicembre 2007, ha acuito le criticità, il disagio e la rabbia dei lavoratori".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il