BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini Governo Renzi: riforma quota 100, mini pensione, assegno universale accordo minimo deludente in arrivo

Possibile proroga del contributivo donna per controbilanciare eventuali interventi negativi sulle pensioni del governo: le novità e cosa potrebbe cambiare




Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, si prepara a presentare le sue novità pensioni domani, mercoledì 10 giugno, in Parlamento, il governo continua sulla strada dei cambiamenti pensionistici e le novità e ultime notizie confermano una discussione sempre più aperta sul tema. Visto il continuo susseguirsi di dichiarazioni di forze politiche, nuove proposte di modifica e posizioni delle diverse parti sociali, è chiaro come sia sempre più urgente intervenire sull’attuale riforma pensioni, con cambiamenti che possano soprattutto abbassare i requisiti di accesso alla pensione, senza dimenticare l’assegno universale ormai certo e il piano di ricalcolo degli assegni pensionistici che Boeri non ha intenzione di mettere da parte.

E’ più probabile, però, che per arrivare all’approvazione di  meccanismi che modificherebbero i requisiti pensionistici per tutti, da quota 100, a mini pensione o prestito pensionistico, a pensione a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, si parta innanzitutto da quegli interventi negativi, di tagli e revisione di baby pensioni, pensioni di reversibilità, cumulo, invalidità, guerra, già annunciati tempo fa dal premier Renzi, e sostenuti da Boeri e dal commissario per la spending review Gutgeld, e da interventi drastici sulla spesa pubblica, come suggerito dall’ex commissario Cottarelli.

E’ possibile, però, che intervenendo in tal senso, il governo possa perdere consensi, viste le conseguenze negative che potrebbero ricadere su alcune persone, e per controbilanciare le eventuali reazioni negative ai tagli, è probabile che Renzi possa puntare su una sorta di compromesso minimo che potrebbe concretizzarsi confermando la proroga del contributivo donna, il che soddisferebbe le richieste di altrettante persone che aspettano di poter andare in pensione prima.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il