BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ennessima delusione, riforma famiglia gay, amnistia, quota 96, riforma incentivi Adsl: novità oggi venerdì

Le novità del governo Renzi ad oggi venerdì 12 giugno tra riforma pensioni, nuovo decreto telecomunicazioni, questione carceri e quota 96 della scuola




Il presidente dell’Inps Boeri è intervenuto in Commissione Lavoro sulla questione pensioni, mentre si aprono nuove prospettive per il riconoscimento delle famiglie gay e arriva il nuovo decreto telecomunicazioni. Possibili soluzioni alle porte anche per i quota 96 della scuola. Vediamo le novità ad oggi venerdì 12 Giugno 2015

Pensioni: E’ stato un intervento piuttosto coinciso quello del presidente dell’Inps, Tito Boeri, di oggi pomeriggio in Commissione Lavoro. Il discorso è stato incentrato sull’impossibilità al momento di attuare i piani di prepensionamento a causa degli elevati costi che comporterebbero. Boeri ha infatti dichiarato che con il piano di Damiano di uscita a 62 anni di 35 di contributi e penalizzazioni costerebbe allo Stato fino a 8,5 miliardi, mentre il sistema di uscita a quota 100 arriverebbe a costare 10,6 miliardi di euro (nel 2019). Boeri dice no anche alla staffetta generazionale ma apre al contributivo donna, confermando che il pensionamento anticipato a 57 anni di età e 35 di contributi può essere prorogato fino alla fine del 2015. Boeri sostiene che è necessario riformare il sistema previdenziale, che l'Inps è l'unico che può avviare questo processo e che dovrebbe ufficializzare entro la fine del mese, dal calcolo dell'assegno contributivo, su cui governo e parlamento decideranno.

Riforma famiglie gay: Un nuovo passo avanti per l’approvazione delle unione gay. Il Parlamento europeo di Strasburgo ha approvato a larga maggioranza un rapporto sull'uguaglianza di genere in Europa in cui si parla, per la prima volta in maniera così esplicita, di 'famiglie gay'. Nel testo si legge che ‘Il Parlamento prende atto dell'evolversi della definizione di famiglia’. Significativo un secondo passaggio del testo in cui il Parlamento raccomanda ‘che le norme in quell'ambito (compresi i risvolti in ambito lavorativo come i congedi) tengano in considerazione fenomeni come le famiglie monoparentali e l'omogenitorialità’. Tra le altre indicazioni contenute nel testo anche l'invito alla Commissione a promuovere nuove leggi che contengano misure vincolanti per proteggere le donne dalla violenza, in particolare dalle nuove forme di violenza come le cyber-molestie, il cyber-stalking e il cyber-bullismo.

Quota 96: Attendono ancora novità i quota 96 della scuola, fiduciosi dell’impegno che il governo ha preso di porre fine alla questione dopo aver chiuso quella dei risarcimenti ai pensioni decisi dall’Alta Corte. Qualche giorno fa, infatti, il ministro Poletti ha dichiarato che le risorse economiche per salvaguardare questa categoria sociale sono disponibili, per cui non ci resta che aspettare le decisioni del governo.

Indulto e amnistia: Ancora nessuna novità rilevante sul fronte istituzionale in merito ai provvedimenti di amnistia e indulto 2015, mentre Papa Francesco continua l’opera di sensibilizzazione verso la difficile situazione delle carceri italiane.

Riforma decreto Adsl voucher: Il governo accelera sulla realizzazione della nuova infrastruttura per le telecomunicazioni e si attende in CdM il decreto degli operatori già presentato a Bruxelles.La bozza del decreto ‘telecomunicazioni’ prevede  anche ‘al fine di implementare la banda ultra larga sull'intero territorio nazionale, contributi in forma di voucher agli utenti finali, credito di imposta per interventi infrastrutturali, l’istituzione del Fondo per il finanziamento degli investimenti per la rete 4G’. Per limitare l'impatto dei lavori di posa della fibra si cercherà, inoltre, di sfruttare le reti esistenti o gli interventi di manutenzione delle stesse. Le nuove reti per la banda ultralarga di telecomunicazioni passeranno anche per le infrastrutture di luce, gas, acqua e fognature, ma anche per reti ferroviarie, strade e aeroporti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il