BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Unico 2015, 730 2015, Cu, Tasi, Imu: proroga ufficiale e acconti senza aumento. Soluzioni e ulteriori proroghe allo studio

La proroga dei pagamenti con Unico 2015 è ufficiale, quella dei tempi di trasmissione del 730 2015 precompilato potrebbe arrivare a breve.




C'è la proroga ufficiale al 6 luglio 2015 dei tempi di pagamento delle imposte tramite il modello Unico 2015. A essere interessati sono i contribuenti soggetti agli studi di settore, quelli in regime dei minimi e quelli con il nuovo regime forfettario. Lo spostamento si è reso necessario per via del ritardo con cui è stato messo a disposizione la versione finale di Gerico 2015, il software utilizzato per la compilazione degli studi di settore relativi al periodo d'imposta 2014, ora scaricabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate seguendo il percorso dalla homepage > Cosa devi fare > Dichiarare > Studi di settore e parametri > Studi di settore > Software > Gerico 2015.

Non molto diverso è il caso del 730 2015 precompilato. A causa dei tanti problemi incontrati in questo primo anno di sperimentazione e della sovrapposizione con altre scadenze fiscali, non è da escludere una proroga dei tempi di trasmissione dal 7 al 14 luglio. Come spiegato da Valeriano Canepari, coordinatore della consulta Caf: "Cerchiamo di non appesantire le attese dei contribuenti, magari inviando a casa i moduli, oppure facendo trovare nelle sedi Caf i moduli già stampati. Un lavoro organizzativo per non far aspettare troppo, creando file inutili negli uffici". Occorre fare presente che l'Agenzia delle Entrate dà ora la possibilità di correggere una sola volta, la dichiarazione già spedita purché lo si faccia entro il 29 giugno.

Ci sono ancora pochi giorni di tempo per pagare la prima rata di Tasi e Imu 2015. L'ultima data utile per non incorrere in sanzioni è quella di martedì 16 giugno. Nella maggior parte dei casi l'importo da versare è lo stesso dello scorso, ma in caso di variazione di aliquota occorre rifare i calcoli. La notizia positiva è rappresenta dalla possibilità utilizzare il modello di dichiarazione Imu, approvato con decreto del Ministro dell'Economia, anche per la dichiarazione Tasi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il