BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità settimana

Tra nuove dichiarazioni di esponenti politici ed esperti, audizioni e possibili interventi al vaglio tutto è comunque ancora in stallo per le pensioni: le novità




Tra nuove dichiarazioni di esponenti politici ed esperti, audizioni di ministri e presidente dell’Inps in Aula e interventi ancora al vaglio, la riforma pensioni continua ad essere incessantemente al centro delle discussioni di governo. Mentre, infatti, le altre riforme avviate, da quella della P.A., a quella della Scuola, a quella elettorale, a quella del Lavoro, pur se con qualche battuta d’arresto, proseguono il loro cammino, sulle pensioni tutto sembra essere fermo e il motivo, come sempre ormai, è quello della mancanza di risorse economiche necessarie per attuare gli interventi richiesti, soprattutto abbassando l’età pensionabile per tutti, ma lo stallo dipende anche dal fatto che l’attuale legge pensionistica è stata l’unica, finora, a garantire sostenibilità finanziaria all’Italia, motivo per cui si ha timore di toccarla.

Eppure, anche se i presidenti della Bce, Draghi, della Commissione Ue, Juncker, del Consiglio europeo, Tusk e dell’Eurogruppo, Dijselbloem hanno definito un nuovo documento con le linee guida per il rilancio dell’Eurozona che non contempla modifiche e rimanda addirittura di qualche anno nuove politiche sociali, che comprendono anche le pensioni, e mentre il ministro dell’Economia Padoa si prepara a rivedere il Def e le sue stime alla luce della sentenza dell’Alta Corte sulla questione dei risarcimenti ai pensionati, il nuovo Rapporto sullo Stato Sociale 2015 presentato a Roma e l’ultimo rapporto della Corte dei Conti mettono, invece, in evidenza la necessità di modificare welfare e pensioni rilanciando su nuove politiche sociali.

Ma i conti dell’Italia continuano a peggiorare, lasciando pochi margini di intervento e punto di partenza per novità pensioni potrebbero essere solo gli interventi negativi di revisione per baby pensioni, pensioni di invalidità, reversibilità, cumulo, e ricalcolo contributivo, anche se il premier Renzi, per non perdere ulteriori consensi, controbilancerebbe questi interventi con una sorta di minimo compromesso, che si concretizzerebbe nell’estensione del contributivo donna fino a fine anno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il