BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Motogp streaming gratis Barcellona dopo streaming Giro di Italia diretta (AGGIORNAMENTO)

La MotoGP sbarca a Barcellona, mentre il mondo del ciclismo tira le somme sul Giro d'Italia appena concluso




AGGIORNAMENTO: MotoGp protagonista del week-end sportivo dopo che anche il Giro di Italia si è concluso e si attende il Giro di Francia. Un motoGp che, comunque, dovrebbe dare granbdi emozioni grazie a Valentino Rossi protagonista quest'anno e primo in classifica mondiale (e che partirà settimo ) e la grande prestazioni a sorpresa delle Suzuki che scompigliano ancora di più la corsa (prime e seconde)

Dopo il Mugello, la MotoGP è di scena a Montmelò, sul Circuit de Catalunya. Il gran premio catalano potrebbe essere un vero e proprio spartiacque nella lotta per il titolo iridato, soprattutto se Marc Marquez dovesse ancora una volta essere battuto dagli avversari, in particolare dal duo Yamaha formato da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Il campione del mondo si trova infatti in netto ritardo e una nuova battuta d'arresto potrebbe tirarlo fuori dalla competizione.

Tra i protagonisti più attesi del Gran Premio di Catalogna, c'è Valentino Rossi. Il driver della Yamaha è ancora in testa alla graduatoria, ma si ritrova il compagno di squadra Lorenzo a soli sei punti di distanza. Il circuito di Barcellona è uno di quelli ove il pesarese esprime solitamente il suo grande talento, ma il momento di forma di Lorenzo fa realmente paura. La competizione all'interno della Yamaha potrebbe però favorire la concorrenza, in particolare quella Ducati che si sta rivelando come la vera alternativa allo strapotere delle moto giapponesi.

Proprio all'interno del team di Borgo Panigale si sta assistendo al formarsi di una situazione simile a quella vissuta in casa Yamaha. Le esitazioni di Dovizioso nelle ultime gare, hanno infatti permesso a Iannone di ridurre a soli due punti il distacco in classifica. Un rimescolamento imprevisto, che potrebbe ribaltare le gerarchie che erano state delineate ad inizio stagione dagli addetti ai lavori. La Ducati sembra però non farsi eccessivi problemi, puntando proprio sulla competizione interna per limare il distacco dalle Yamaha.

Il Giro d'Italia appena concluso, ha confermato non solo la forza di Alberto Contador, maglia rosa finale, ma anche quella di Fabio Aru. Il giovane portacolori dell'Astana era atteso ad una probante conferma dopo la terza piazza dell'anno passato e ha saputo addirittura migliorarsi. Un secondo posto che avrebbe potuto essere ancora migliore se lo scalatore sardo non fosse incappato in una cronometro non proprio brillante, che gli è costata ben più dei due minuti che alla fine lo hanno diviso da Contador. Per lui sono però in molti, tra addetti ai lavori e colleghi, a prevedere una ulteriore grande crescita nei prossimi anni, tale da farne il campione del futuro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il