BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero domani treni: quando e dove inizia e finisce martedì 16 Giugno 2015 Italo, Frecce, Trenord e Trenitalia

Trenitalia e tutte le Frecce, Italo treni, treni locali e regionali Trenord, Intercity: domani, martedì 16 giugno, tutto fermo. Modalità e orari




Trenitalia e tutte le Frecce, Italo treni, treni locali e regionali Trenord, Intercity: domani, martedì 16 giugno, si fermerà la circolazione ferroviaria di quasi tutta l’Italia. L'Or.S.A., l'Organizzazione Sindacati Autonomi di base, ha, infatti, indetto uno sciopero che bloccherà per 8 ore, dalle 9 alle 17, la circolazione dei treni sia a livello locale che nazionale e nessuno dei gruppi coinvolti assicurerà servizi di garanzia durante l’orario dello stop. Sia il gruppo Ferrovie dello Stato italiane sia il gruppo Ntv, in un comunicato, hanno infatti confermato che non saranno assicurati neanche i servizi minimi.

Lo sciopero nazionale è stato indetto dopo l’ultimo avvenimento violento accaduto a Milano, dove un conducente di un treno è stato aggredito con un machete da ragazzi sudamericani. Il sindacato chiede, infatti, alle Aziende e alle Istituzioni misure sicurezza che riescano effettivamente a proteggere lavoratori e viaggiatori. In una nota dei sindacati di base, Orsa, CAT, CUB trasporti e USB, spiegano che il blocco della circolazione è stato deciso ‘A seguito della brutale aggressione subita dai nostri due compagni di lavoro a Milano e la inadeguatezza di risposte da parte aziendale. Uno dei due la sera dell’11 giugno è stato ferito con un machete ed ha rischiato l’amputazione del braccio. I gravissimi fatti registrati a danno dei nostri colleghi di Trenord rappresentano solo l’ultimo di una lunghissima serie di episodi a danno del personale dei treni’.

Inoltre, di fronte a ‘stazioni desertificate, senza alcun presidio e controllo, presenza Polfer ridotta drasticamente, moduli di scorta che prevedono come personale di bordo il solo Capotreno anche con otto carrozze e centinaia di viaggiatori a bordo’, sono necessarie nuove garanzie di sicurezza. Per ulteriori informazioni è consigliabile consultare il sito ufficiale Trenitalia, Trenord e dei treni ad alta velocità Italo, gestiti da Ntv.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il