BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Decreto previdenza e Corte dei Conti, riforma strada, quota 96, titoli prima prova italiano: novità mercoledì oggi

Le novità oggi mercoledì 17 Giougno del governo tra riforma pensioni, nuove riforme di Fisco e sicurezza stradale. Da mercoledì poi al via gli esami di Maturità 2015. Le ultime notizie




Proseguono le discussioni sulla riforma pensioni pensioni mentre la situazione economica di Italia, sempre difficile, e i conti che peggiorano sembrano allontanare ancora le possibilità di interventi reali. Occhi puntati intanto sulla definizione di una soluzione per il caso dei quota 96 della scuola, mentre il governo è impegnato anche su altri fronti di riforma. Le novità ad oggi mercoledì 17 Giugno 2015

Pensioni: La situazione economica italiana non sembra migliorare più di tanto, o meglio, non migliora tanto quanto servirebbe per intervenire con modifiche all’attuale riforma pensioni. I conti, infatti, continuano a peggiorare, restringendo i margini di manovra possibili, le risorse economiche disponibili per poter concretizzare le modifiche al vaglio sono esigue, se non inesistenti, il ministro dell’Economia Padoan ha annunciato una revisione del Def con l’aggiornamento dei numeri, a seguito della sentenza sui risarcimenti ai pensionati ed anche l’Europa ha bloccato, al momento, nuove possibili riforme sociali, includendovi le pensioni stesse. Eppure l’intenzione di cambiare la riforma pensioni c’è, sono però troppi gli ostacoli da superare. L’intenzione, comunque, sarebbe quella di ripartire dal decreto previdenza già annunciato dal premier Renzi mesi fa, che prevede interventi negativi, sostenuti anche dalla Corte dei Conti, che permetterebbero la successiva approvazione di piani di uscita con quota 100, mini pensione, pensione anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni. Previste anche misure di revisione del comparto previdenziale, con taglio delle 52 tipologie di detrazioni e agevolazioni fiscali previste per le famiglie, comprese quelle sanitarie, tagli per baby pensioni, pensioni di reversibilità, invalidità, guerra, cumulo, cui si affiancherebbe il ricalcolo contributivo. Certa ormai quasi l’introduzione dell’assegno universale per gli over 55, nonostante si tratti di una misura più costosa, ma sostenuta dall’Ue anche perché già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi europei.

Riforma Fisco: Si continua a lavorare sulla riforma del Fisco: al vaglio cinque decreti su frode e reati fiscali, Iva e Tasi. Prossima discussione domani, martedì 16 giugno. La novità più discussa riguarda la depenalizzazione per le frodi fiscali inferiori al 3% del reddito imponibile, la norma salva Berlusconi. Dopo le polemiche il governo ha fatto sostanziale marcia indietro: chi evade il Fisco con fatture false o altri mezzi fraudolenti, ricorre in un reato e quindi subirà l’applicazione di sanzioni penali (carcere fino a sei anni e la confisca dei proventi del reato). Resta tuttavia da capire se la soglia del 3% resterà per comportamenti non fraudolenti (come vuole parte del Pd) o se verrà del tutto cancellata. Ancora incerta anche l’impunibilità per omessi versamenti Iva, nel caso in cui, per esempio, l’imprenditore in crisi, pur presentando regolarmente la dichiarazione d’imposta, non versi l’importo corrispondente per mancanza di liquidità.

Prima prova maturità: Mercoledì 17 giugno iniziano gli esami di Maturità 2015. L’appuntamento è con la prima prova di italiano che sarà comune a tutti gli studenti di Italia. E a due giorni dal via agli esami impazza il toto traccia: tra gli autori più gettonati per l’analisi del testo, Leopardi, Pirandello, Umberto Saba, Italo Calvino, e Ugo Foscolo, ma potrebbe anche esserci Ungaretti. Tra i possibili temi di attualità l’Expo e il tema dell'alimentazione, problemi dell’immigrazione con i suoi conseguenti sviluppi, terrorismo e Isis, la crisi economica il problema del precariato dei giovani, mentre tra i temi storici spiccano il centenario della Prima Guerra Mondiale e i dieci anni dalla morte di Giovanni Paolo II, ma anche i 70 anni dalle bombe su Hiroshima e Nagasaki che potrebbero aprire ad una riflessione sul nucleare dalla seconda guerra mondiale fino ai nostri giorni.

Quota 96: Ancora nessuna novità per quanto riguarda i quota 96 della scuola e i 4mila interessati, tra docenti e personale Ata, restano in attesa di una soluzione che definisca una volta per tutte le modalità di un loro congedo dal lavoro, visto che il governo si è impegnato a mettere a punto una soluzione.

Riforma sicurezza strada: Dopo l’istituzione del reato di omicidio stradale, altre le novità previste per la riforma della sicurezza stradale. Innanzitutto, gli autovelox non potranno essere collocati a meno di 300 metri di distanza dalla segnaletica di riduzione della velocità che li preannuncia. Si tratta di una norma prevista per limitare il problema delle multe comminate da autovelox non ben visibili, o ben nascosti, o posti immediatamente dopo i cartelli di abbassamento dei limiti di velocità per cogliere di sorpresa gli automobilisti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il